https://i.imgur.com/jmmwQEb.png

Oggi continuiamo la diatriba sul noto store cinese GearBest. Tre settimane fa vi avevamo anticipato l’inizio dei nostri problemi dopo aver acquistato uno smartphone cinese, il LeTV 1s.

Siccome volevo avere lo smartphone il prima possibile ho deciso di acquistare dal magazzino presente in Europa scegliendo Local Warehouses e poi EU Warehouse e da come mostrato sul sito i tempi di consegna dovevano essere al massimo di 2 settimane invece ad oggi, siamo a meno di 2 mesi e del cellulare non si vede nulla.

LEGGI ANCHE GearBest: Spedizioni EU e pagamento con PayPal. Facciamo chiarezza

Ho acquistato il LeTV 1s pagando con PayPal, scegliendo il magazzino EU per una spedizione secondo i tempi più rapidi ho anche optato per la variante ITALY EXPRESS (Standard Shipping) e siccome non ho ricevuto il pacco nei tempi massimi con una pazienza di oltre 1 mese ho deciso di intraprendere la linea dura.

Il tutto inizia alla scadenza delle 2 settimane dove procedo contattando il centro assistenza tramite il servizio di ticket di GearBest e come sempre ricevo risposte che ritardano ulteriormente la diatriba chiedendomi più e più volte la conferma dell’indirizzo di spedizione, e che il pacco è stato spedito.

Il codice di tracciabilità, tracciato sul sito 17track.net mostra solo la data di spedizione e null’altro movimento da dal 5 gennaio, data di spedizione. Continuo a contattarli sempre sul ticket interno e spazientito dalle risposte sempre uguali e frutto di un copia incolla.

Come ottenere il rimborso PayPal se acquistate su GearBestù

Aprite una contestazione

Stufo della situazione contatto PayPal aprendo una contestazione ufficiale. Ecco un estratto dell’apertura della mia contestazione su PayPal.

In fase di acquisto non era possibile scegliere il tipo di spedizione assicurata ma ho scelto quella adatta per spedizioni in Italia. Ad oggi non ho ricevuto nulla. Dopo aver contattato il supporto di GearBest hanno appurato che il pacco è stato perso. La spedizione avvenuta tramite DAC, con tracking number DACXXXXLHR non è tracciabile e sul sito http://www.dac-it.com/tracking/ viene mostrato chiaramente Tracker ID non presente che indica che il pacco non è stato mai spedito. Posso fornire lo storico delle comunicazioni su GearBest ed i dettagli dell’ordine. Mi hanno proposto un rimborso parziale su PayPal del 50% del valore ma credo che il pacco non sia mai stato spedito visto che il codice di tracciabilità non è stato mai presente nei sistemi DAC o sul sito 17track.net. P.S. GearBest non mi ha mai risposto su Paypal ma solo tramite ticket aperti sul suo sito di cui fornisco l’identificativo, T201341676XXX.

Dapprima cerco di mediare con GearBest ma siccome loro non vogliono offrirmi il rimborso, o almeno mi hanno proposto 105 dollari da trasferire sul mio account GearBest, e dunque non soldi, oppure 100 dollari sul mio account PayPal, dunque meno del 50% del valore speso.

Dopo aver atteso altre due settimane senza risolvere nulla decido di convertire la contestazione in reclamo ufficiale su PayPal.

Contestazione convertita in reclamo

Dopo altre “vaghe” risposte e rimborsi non congrui, decido di aprire una contestazione a Paypal, e loro magicamente mi rispondono dopo pochi minuti dicendomi che riceverò il pacco è stato perso e che devo ritirare il reclamo su PayPal per ottenere i soldi perchè non avendo assicurato il pacco non sono tenuti a restituirmi nulla se non in parte.

Dopo un paio di giorni dove mi viene sempre intimato di ritirare la contestazione e dopo un colloqui con l’account manager di GearBest alzano il tiro offrendomi 120 dollari di rimborso, ma io imperterrito continuo la mia linea e rispondo a GearBest che loro devono rimborsarmi il 100% altrimenti proseguo con PayPal.

Magicamente dopo circa 3 giorni dall’apertura della contestazione su PayPal il tracking number fornito da i primi segnali di vita segnando però la voce Return in progress.

https://i.imgur.com/mYbBVLy.png

Intanto GearBest, che attendeva una risposta da loro, riceve le informazioni sul codice di tracciabilità, che avevo fornito anche io, ma in più hanno una copia dell’avvenuta spedizione, la classica ricevuta che vi lasciano alle poste.

Da qui decido di contattare PayPal al numero verde gratuito 800 975 345 e chiedendo informazioni più dettagliate.

Da qui la sorpresa perché l’agente PayPal mi conferma che loro vedono lo stesso messaggio mio con il ritorno programmato del pacco, e dunque se il pacco sta ritornando al mittente loro sicuramente mi rimborseranno ma c’è di più perchè conferma i miei forti dubbi.

Infatti al telefono mi dice che GearBest ha inviato a PayPal la ricevuta della spedizione e che è incomprensibile!!! Toh mi viene dalla bocca, vuoi vedere che è con le scritte in Cinese e l’agente PayPal conferma quello che pensavo.

GearBest spedisce sempre dalla Cina anche se dice magazzino EU.

Chiudo la chiamata soddisfatto e dopo poche ore ricevo il rimborso completo (oggetto + spedizione) da parte di PayPal.

Credo che GearBest molti prodotti non li spedisca dai magazzini Europei come menzionato perchè altrimenti la merce in un mese e mezzo sarebbe arrivata e da quello che si legge in rete in molti hanno avuto la mia esperienza con il rimborso dei soldi che in molti casi tarda ad arrivare. Inoltre da quello che ho avuto modo di appurare dagli altri siti web “cinesi” da cui compro, in molti stanno riducendo le scorte “EU” perchè ci sono grosse lamentele sui tempi di consegna che non sarebbero veritieri.

Conclusioni GearBest

Il mio consiglio è di USARE SEMPRE PAYPAL per i vostri acquisti online, perchè vi assicura di ricevere sempre il rimborso se il venditore non è in buona fede.

GearBest sicuramente ha perso un cliente, perché sebbene abbia acquistato diversi prodotti da loro, ma sempre dalla CINA, dopo un’attesa snervante sono sempre arrivati, ma ero conscio di dover aspettare anche fino a 3 mesi, ma con questa transazione, e da quello che leggo in rete la pratica sarebbe molto diffusa non solo da GearBest di spedire da magazzini Europei anche se poi non è vero. Chissà come fanno a non pagare la dogana.

9 COMMENTS

  1. Mi dispiace anche a me per i disagi (a prescindere che si siano riscontrati su Gearbest, Aliexpress, Amazon ecc) perchè ci confido molto nell’e-commerce… certamente ha i suoi aspetti negativi, ma anche molti positivi.
    Comunque per quanto mi riguarda sono al 57° ordine su Gearbest e tranne qualche raro ritardo, ancora non ho avuto problemi con le spedizioni, ne con prodotti difettosi… ho acquistato sia merce di valore (come lo Xiaomi notebook a 700 euro, la Soundbar Xiaomi da 200 euro ecc), sia cose di basso valore. Anzi, per essere onesto, una volta mi si è rotto dopo qualche mese il mini ventilatore usb della Xiaomi (pagato 3 euro)… visto il valore, non ho voluto aprire il ticket di supporto, quindi non conosco il loro servizio post-vendita.
    Più che altro ero sconvolto che dopo circa 2 anni e circa una 50ina di prodotti Xiaomi, era la prima volta che uno di loro si guastava (va bè succede).
    Gli unici casi di smarrimenti (e comunque rari), li ho avuti tramite Aliexpress con i prodotti di pochissimo valore e spediti gratuitamente con posta cinese non tracciabile e Aliexpress mi ha sempre rimborsato.
    Insomma, capisco a chi ha avuto problemi con Gearbest o altri store, ma per quanto grave sia il caso, non credo che siano tecniche di truffa già studiate… credo che lo smarrimento durante la fase di preparazione ordine, o dai corrieri incaricati, siano casistiche che accadono in ogni store di e-commerce. Sono probabilità date da molti fattori (errore umano di un dipendente, dipendente farabutto ecc.) che quando accadono purtroppo ci ricordano che il mondo del commercio è questo: miglior guadagno con la spesa più bassa. Ora qualcuno tirerà fuori la storia del negozio fisico che prima curava i clienti, in particolare quelli “fedeli”…. cavolate… il cliente se aveva problemi, cercavi si di farlo felice, ma ove possibile anche farlo fesso.

  2. Ogni volta che ho acquistato un telefono in prevendita hanno fatto sempre problemi sull’invio sulla data reale di invio e alla fine per fortuna mi hanno rimborsato. Ovviamente, perché ho pagato con PayPal.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here