Guida completa per installare Remix OS in dual boot con Windows 10 su PC e tablet. Come installare Remix OS dual boot. Installare Android su PC e tablet Windows con Remix OS

Remix OS Android Windows

Installare Android in dual boot con Windows 10 su PC e tablet: guida completa per installare Remix OS

Guida a Remix OS per avere dual boot con Android e Windows 10 su PC e tablet

Non so voi, ma io ho sempre voluto provare il sistema operativo Android sul mio tablet Windows 10. In particolare, infatti, ho un Surface 3 con tastiera e dock e da parecchi mesi stavo pensando di provare ad abbandonare Windows 10 per installare Android in dual boot. Sono sempre stato curioso di scoprire come si comportasse Android su un tablet nato per Windows.

In pratica, volevo installare Android e Windows sullo stesso computer in modo da avere un dual boot, cioè da poter scegliere quale sistema operativo avviare all’accensione del computer. Con un dual boot i due sistemi operativi installati sul computer possono convivere, nel senso che ognuno ha il suo “spazio vitale” sul disco fisso e l’utente può scegliere di passare da un sistema operativo all’altro semplicemente riavviando il dispositivo. 

Nessuno dei due sistemi operativi viene emulato: entrambi sono installati realmente sul disco fisso, entrambi hanno dei determinati GB a disposizione per funzionare ed entrambi riescono a sfruttare tutta la potenza hardware del computer o del tablet per offrire un’esperienza utente completa e performante all’utilizzatore.

Il mio unico problema, fino a ieri, era rappresentato dal fatto che non riuscivo a trovare una guida in italiano ben fatta e precisa che spiegasse come installare Android su Windows 10 in dual boot. O meglio, di guide ne esistevano tante, ma erano tutte poco precise, con pochi particolari e, in sostanza, mi davano poca fiducia. Poi, nella giornata di ieri, ho letto un articolo di WindowsBlogItalia, dove è stato spiegato in modo preciso come fare per installare Remix OS su PC Windows, per avere un dual boot tra Windows 10 e Android. 

Mi sono dunque letto l’articolo, ho preso coraggio ed ho provato ad installare Remix OS su Surface 3 di Microsoft, per vedere come si comporta il sistema operativo Android sul tablet di Microsoft di fianco a Windows 10. 

Vi dico subito che Remix OS su Surface 3 funziona MOLTO MALE: non c’è supporto al touchscreen, non funziona l’audio e la tastiera fisica viene supportata solo in parte. Insomma, se volete provare Remix OS su Surface 3, lasciate perdere: per ora è tempo perso.

Se invece volete provare Remix OS un qualsiasi altro computer con Windows 10 in dual boot, ho decido di riprendere in parte la guida che ho letto ieri per spiegarvi passo passo come fare per installare Remix OS e quindi avere Android e Windows in dual boot sullo stesso computer. 

Come anticipato, con Remix OS potrete installare Android in dual boot con Windows in pochi click. Il procedimento da seguire è davvero facile, veloce e piuttosto immediato; quasi tutti i passaggi sono guidati a schermo e in pratica non dovrete fare altro che premere una decina di pulsanti in tutto sul vostro computer. La procedura di installazione e configurazione di Remix OS è infatti quasi totalmente automatica, in modo che anche gli utenti meno esperti possano provare Android in dual boot su Windows 10 (PC e tablet). 

Prima di procedere, una piccola precisazione su Remix OS nel caso non lo conosciate.

Cosa è Remix OS?

Se non avete mai sentito parlare di Remix OS, dovete sapere che  è una versione modificata e potenziata di Android, basata su Marshmallow (la release 6.0 di Android, per capirci) e appositamente ripensata (nella grafica, nell’interfaccia e nelle funzioni) per girare perfettamente su processori x86 ed ottimizzata per essere utilizzata anche su dispositivi con schermo ampio, dotati di mouse e tastiera.

In parole povere, Remix OS è una versione di Android pensata per essere usata su computer portatili. Offre tutte le funzionalità base di Android, ma in più mette a disposizione un’interfaccia che è perfettamente utilizzabile con mouse e tastiera. Una figata, insomma.

E la cosa bella è che possiamo installare Remix OS in dual boot, cioè a fianco di Windows, in modo da poter scegliere all’avvio quale dei due sistemi operativi far partire. I due sistemi non si pestano i piedi, funzionano in totale autonomia, l’uno in modo indipendente dall’altro.

Come è facile intuire, si tratta di una soluzione molto diversa da quella proposta da software come BlueStack e compagni, che sono invece dei semplici emulatori di Android, cioè programmi che si avviano solo tramite Windows e che permettono di “simulare” il sistema operativo Android, senza installarlo concretamente. Sono sicuramente più comodi, immediati e veloci da usare, ma non possono accedere a tutte le funzionalità hardware e offrono performance inferiori a Remix OS.

Con Remix OS, infatti, abbiamo la possibilità di installare effettivamente Android a fianco di Windows, potendo quindi sfruttare al massimo l’hardware per ottenere prestazioni superiori sotto ogni punto di vista.

Ora che abbiamo chiarito un pò cosa sia e come funzioni Remix OS, vediamo come fare per installarlo di fianco a Windows 10 in dual boot su tablet e PC.

NOTA: fate tutto a vostro rischio e pericolo. Ho testato personalmente la guida su Surface 3 e tutto funziona perfettamente, ma non posso garantire che non abbiate problemi. Assumetevi tutte le responsabilità del caso. 

Procediamo.

Come fare per installare Remix OS in dual boot con Windows 10

L’installazione di Remix OS, come anticipato, è davvero molto semplice: basta infatti scaricare il pacchetto completo, estrarlo sul desktop di Windows e avviare il programma di setup automatico, che richiede giusto 2-3 click.

Altra cosa interessante da notare: non dovete avere paura di fare danni, perchè disinstallare Remix OS è facilissimo: se non vi piace Remix OS o vi stancate di usarlo, dovete sapere che la disinstallazione di RemixOS si effettua con un click, dal normale pannello di disinstallazione dei programmi di Windows.

Ora siamo davvero pronti per installare Remix OS in dual boot con Windows 10. 

Primo passaggio: se il vostro dispositivo è dotato di Secure Boot (il mio Surface 3 lo era), dovrete disattivarlo tramite le opzioni UEFI. Questa procedura varia in base al modello di computer a vostra disposizione, quindi dovete cercare su Google qualcosa come “disattivare secure boot + modello del vostro computer”. Questa operazione è velocissima e su Google troverete sicuramente le istruzioni per il vostro dispositivo.

Secondo passaggio: soprattutto se avete un tablet Surface, controllate di non avere attivo anche BitLocker. Se è attivo (come nel mio caso), dovete disattivarlo. Anche in questo caso cercate su Google: “disattivare bitlocker + modello del vostro computer”.

Terzo passaggio: scaricate la versione di Remix OS adatta al vostro dispositivo (64 o 32 bit) dal sito ufficiale: http://www.jide.com/remixos-for-pc#downloadNow. Terminato il download, dovete estrarre il contenuto dell’archivio zippato sul desktop del vostro computer. Il pacchetto comprende un file ISO (il sistema operativo vero e proprio) e un file di setup che ne facilita l’installazione (icona blu circolare).

Quarto passaggio: lanciate il setup di Remix OS cliccando sull’icona circolare BLU (ricordatevi di aprirla come Amministratori).

Remix_OS_Setup_1

Nella finestra del setup che si aprirà, cliccate su Browse e scegliete il file ISO scaricato in precedenza. Controllate ed eventualmente modificate l’Unità su cui volete installare il sistema operativo (generalmente C:) e premete OK per procedere.

IMPORTANTE: segnalo che, anche selezionando C:\ (il disco fisso in cui c’è installato Windows) non cancellerete Windows e non perdereti i vostri dati. Come anticipato, infatti, tutti i file di RemixOS vengono messi in una partizione virtuale all’interno di un file nella cartella C:\RemixOS. I vostri dati e Windows staranno al sicuro. Procedete tranquilli.

Remix_OS_Setup_2
Sempre in fase di installazione di Remix OS, il programma vi chiederà quanto spazio riservare a Remix OS. Se li avete, meglio dargli 32 GB, altrimenti dedicategli quello che potete.

Ora aspettate il completamento dell’installazione, che sarà del tutto automatica-

Quinto passaggio: al termine dell’installazione, vi verrà chiesto di riavviare il PC.

Remix_OS_Setup_4

Accettate e riavviate: al primo avvio vi verrà chiesto se avviare Windows e Remix OS. Ovviamente scegliete Remix OS e aspettate il completamento dell’installazione automatica, che potrebbe richiedere anche 20-30 minuti.

Nel mio caso si era bloccata, quindi dopo 40 minuti in cui il mio Surface 3 era bloccato sul logo di Remix OS, ho spento e riavviato il tablet. Al successivo riavvio tutto è andato liscio e senza attese.

Ad installazione completata potrete godervi Remix OS installato in dual boot a fianco di Windows 10. 

Da questo momento in poi, ad ogni accensione del tablet o computer vi verrà chiesto se avviare Remix OS o Windows 10: scegliete voi il sistema operativo che fa al caso vostro.

E, se vi stancate di Remix OS, potete disinstallarlo e rimuoverlo da Windows 10 con un paio di click, come se fosse un qualsiasi altro programma. Mica male, vero?

Provate anche voi Remix OS e fatemi sapere cosa ne pensate e come vi trovate con questo OS. A mio avviso è davvero spettacolare e fantastico, peccato che su Surface 3 funzioni così male e sia quasi inutilizzabile.

In generale, infatti, Remix OS è compatibile con un gran numero di dispositivi e riesce sempre a riconoscere senza problemi tutti i dispositivi e tutto l’hardware, senza dare particolari problemi.

Ah, quasi dimenticavo: ecco i requisiti minimi per poter usare Remix OS.

Requisiti minimi Remix OS:

  • Processore dual core da 2 GHz
  • RAM 2 GB
  • 8 GB di spazio libero su disco

Buon divertimento con Remix OS!

Fonte: http://www.windowsblogitalia.com

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!