Conosci le impostazioni più importanti della tua fotocamera per scattare foto e immagini perfette. Cosa sono Velocità Otturatore, Apertura, e ISO?

Velocità Otturatore, Apertura, e ISO sono le impostazioni più importanti della fotocamera per scattare foto perfette: ecco come impostarle al meglio

Impara ad usare la tua fotocamera: Velocità Otturatore, Apertura, e ISO per principianti

Vuoi imparare a scattare le fotografie ma non sai da dove partire? Hai appena comprato un nuovo smartphone con una bellissima fotocamera o una nuova reflex, ma non sai dove mettere le mani per personalizzare e modificare le impostazioni? Nessun problema, grazie a questo nostro articolo potrai scoprire come settare e usare al meglio la vostra fotocamera per ottenere scatti bellissimi in pochi e semplici passi.

Imparare a fotografare in pochi e semplici passi è possibile?

E’ inutile negarlo: la passione per il mondo della fotografia è in continuo aumento soprattutto grazie alla sempre maggiore diffusione degli smartphone, i cui comparti fotografici sono sempre più potenti e performanti e le opzioni di personalizzazione sempre più avanzate.

In passato i nostri smartphone avevano fotocamere di bassa qualità, che non potevano in alcun modo sostituire la nostra fedele macchina fotografica compatta e ovviamente nemmeno la reflex. Oggi, però, le cose sono cambiate e gli smartphone montano dei sensori di altissima qualità, che sono sicuramente in grado di sostituire una normale macchina fotografica compatta e, in certi casi, anche la reflex (se quest’ultima viene usata con ottiche e impostazioni di default).

Lo smartphone al posto della reflex per scattare le foto?

Forse dire che uno smartphone può sostituire una reflex è un’esagerazione, ma sicuramente, nella maggior parte dei casi e soprattutto se parliamo di utenti alle prime armi, la qualità degli scatti prodotti da uno smartphone in modalità automatica è paragonabile a quella degli scatti di una reflex (se questa viene usata con le impostazioni di default).

Ovviamente se una reflex viene sfruttata al massimo delle sue possibilità, con impostazioni manuali e magari obiettivi diversi in base alle scene da scattare, la qualità delle immagini è anni luce migliore di quella proposta da uno smartphone di fascia alta, ma se consideriamo che la maggior parte delle persone oggi compra una reflex perchè “fa figo” e la utilizza per fare foto con sfondo sfocato, allora sappiamo bene che anche uno smartphone ormai permette di ottenere gli stessi risultati, facendoci però risparmiare parecchi soldi e soprattutto evitandoci di portare sempre con noi uno strumento ingombrante e pesante.

No, lo smartphone non prende il posto della reflex, ma…

Dunque, penso che uno smartphone non possa ancora sostituire una reflex per scattare foto professionali, ma sicuramente, per un uso base il livello qualitativo delle immagini prodotte dai due prodotti è simile, soprattutto se consideriamo che nel 99% dei casi le foto vengono poi caricate su Facebook, Instagram o condivise tramite WhatsApp, con un conseguente abbassamento automatico della qualità o della risoluzione.

E non dimentichiamo poi che con gli smartphone abbiamo un importante vantaggio: chiunque acquista uno smartphone di fascia medio-alta, infatti, si porta appresso un dispositivo capace di scattare fotografie di buonissima qualità senza che siano necessarie particolari conoscenze in ambito fotografico. Basta impugnare lo smartphone, inquadrare la scena e scattare per portarsi a casa una foto bella, con colori accesi, brillanti e vivi e con un’ottima risoluzione. E in molti casi gli smartphone scattano anche in formato RAW, perfetto per un’eventuale successiva post-produzione tramite programmi come Photoshop e simili.

E’ possibile migliorare la qualità delle foto scattate con smartphone e reflex?

Come avrai sicuramente constatato anche tu, non servono particolari conoscenze e competenze per scattare foto di buona qualità con smartphone o reflex in modalità automatica.

Ovviamente, però, per scattare delle foto veramente belle e di qualità sappiamo tutti che è necessario studiare a fondo, provare a lungo e rispettare alla lettera tutta una serie di regole indispensabili per ottenere lo scatto perfetto. Tutti i migliori fotografi, del resto, hanno alle spalle anni di studi e di pratica, che hanno permesso loro di arrivare a produrre e realizzare scatti sbalorditivi. Nessuno si può improvvisare fotografo, anche se molti pensano il contrario. Ed è inutile spendere 1000 euro per una reflex se poi non si sa usare o si usa in modalità automatica. Per fare belle foto, la soluzione è solo una: studiare, impegnarsi, applicarsi e fare pratica, come del resto in ogni cosa.

Ma tu non hai voglia di studiare ore ed ore per poter scattare una bella foto con lo smartphone? Sono convinto che tu non abbia tempo o voglia di metterti a studiare le regole base e avanzate della fotografia per utilizzare al meglio lo smartphone o la reflex, ecco perchè ho deciso di proporti in questo articolo una guida “base” per principianti all’uso della fotocamera, che sia smartphone o reflex poco cambia.

Corsi Base Di Fotografia per smartphone e reflex

Dal momento che non tutti sono esperti di fotografia né hanno intenzione (tempo o voglia) di diventarlo, ritengo che sia estremamente utile apprendere almeno i concetti base della fotografia per utilizzare in maniera più consapevole le fotocamere dei propri smartphone, ma non solo.

Esistono infatti delle regole base di fotografia che sono poche e semplici ma che, se rispettate, permettono di migliorare in modo considerevole le foto scattate dai nostri smartphone. Basta applicarsi un minimo e leggere queste semplicissime regole per migliorare la qualità delle foto. Non ci credi? Leggi questi consigli che ti permetteranno di scattare foto migliori con il tuo smartphone e prova a metterli in atto. Sono sicuro che nel giro di pochi giorni la qualità delle tue foto aumenterà in modo evidente.

Guida per principianti: Velocità Otturatore, Apertura, e ISO spiegati nel dettaglio

Ottenere scatti migliori, in pochi minuti. Ecco lo scopo di questa guida che cerca di spiegare anche ai meno esperti come usare la reflex per ottenere il risultato desiderato. E, come anticipato, molte di queste regole valgono anche per gli smartphone.

Buona lettura, e non dimenticare di farci sapere se questi consigli ti sono stati effettivamente utili o meno.

Tutto dipende dall’esposizione

In ogni fotocamera digitale c’è un sensore fotografico che registra le immagini che scatti. Quando scatti la foto, l’otturatore che solitamente copre il sensore si apre, la luce entra, passa attraverso le lenti e tutte le informazioni raccolte vengono convertite in dati digitali.

Una foto cambia in base alla quantità di luce raccolta dal sensore: se c’è poca luce la foto è scura, se c’è tanta luce la foto è molto luminosa. Per ogni scena c’è una quantità di luce ideale o comunque corretta: sta al fotografo capire quanta luce raccogliere per ottenere la foto perfetta. Ecco un esempio di 3 foto scattate con un differente quantitativo di luce:

_preview

Ogni volta che scatti una foto, devi sapere che scegli una determinata esposizione, anche senza saperlo. Se questa è corretta, la foto viene bene, altrimenti può venire sovraesposta (troppa luce) o sottoesposta (poca luce).

Quando parliamo di controllare quanta luce entra nel sensore (quindi di controllare l’esposizione), hai 2 opzioni a disposizione:

  • decidere il tempo in cui l’otturatore resta aperto (cioè la velocità dell’otturatore)
  • cambiare l’apertura della lente che permette alla luce di entrare (apertura)

Più tempo resta aperto l’otturatore o più viene aperta la lente, più luce entra. Semplice, è come quando apri le finestre di casa al mattino quando ti alzi: se apri gli scuri velocemente e di poco, entra poca luce. Se li spalanchi, entra tantissima luce.

Quando scatti in condizione di luce naturale, regolare questi fattori è semplice: non serve il flash, la luce della natura è sufficiente, ti basta gestire bene la combinazione di questi 2 fattori per ottenere buone foto. In una stanza buia o con poca luce, invece, dovrai avere fare in modo che entri molta luce, quindi ti servirà una grande apertura e un otturatore più lento (cioè che stia aperto per più tempo). In un giorno di sole pieno, però, è molto facile sovraesporre le foto: se fai entrare troppa luce, vengono “bruciate” e si perdono i dettagli; meglio quindi evitare aperture eccessive e tempi di scatto troppo lenti.

Il discorso sembra facile da comprendere e mettere in atto, ma il problema è che questi 2 fattori (velocità otturatore e apertura) influenzano direttamente altri parametri delle foto. Cerchiamo di fare chiarezza.

Come la velocità dell’otturatore impatta sulle foto

La maggior parte delle fotocamere gestisce la velocità dell’otturatore da 1/4000 di secondo a 30 secondi (parlo di reflex, non smartphone, che sono molto più limitati).

Il tempo di esposizione, cioè il tempo in cui l’otturatore sta aperto, impatta direttamente su quanto le foto vengono mosse. 

Una foto scattata a 1/2000 è velocissima, quindi non potrà mai venire mossa, ma cattura poca luce. Guarda la foto seguente: anche se c’era molto vento, le foglie sono immobili.

fastshutter

Aumentando il tempo di esposizione e usando una velocità otturatore di 1/15 di secondo, invece, le foglie sono più mosse.

slowshutter

Se la tua fotocamera non ha un treppiede, usare tempi di scatto lunghi (e quindi lasciare l’otturatore aperto per molto tempo) sarà davvero difficile, quasi impossibile, altrimenti otterrai solo foto mosse (non scendere mai sotto a 1/100 di secondo senza treppiede).

Come l’apertura influenza le foto

L’apertura, come abbiamo detto, rappresenta la quantità di luce che passa nella lente, cioè quanto effettivamente la lente si apre per fare entrare luce e dettagli sul sensore fotografico. Si misura in “f-stops”: la maggior parti delle lenti ha un’apertura da f/1.8 e f/5.6, e un’apertura minima f/22.

Lasciamo stare il significato degli f-stop. Quello che devi sapere è: più bassi sono gli f-stop, più l’apertura è aperta e più luce entra.

In pratica, una fotocamera f/1.8 è meglio di una f/2.0 perchè fa entrare più luce per le tue foto. 

L’apertura influenza direttamente l’esposizione delle foto, ma controlla anche la profondità di campo, cioè il focus sulla foto. Più è grande l’apertura, più sottile è l’area in cui l’immagine sarà a fuoco e quindi più lo sfondo sarà sfuocato.

Guarda l’immagine qua sotto: è scattata con apertura f/1.8 e solo la faccia della modella è a fuoco, tutto il resto è sfuocato.

aperture-wide

Qui, invece, abbiamo apertura f/11 e tutta l’immagine è perfettametne a fuoco, sciatore e sfondo.

aperture-narrow

La profondità di campo solitamente è la decisione più importante da prendere: cambia completamente il risultato finale della foto. I ritratti vanno fatti con apertura ampia, le foto di gruppo e i panorami con apertura stretta e grande profondità di campo. Ricordati questo, ti sarà molto utile.

Combinare correttamente Apertura e Velocità Otturatore

Per avere l’esposizione perfetta, serve la giusta quantità di luce.

Ci sono varie combinazioni di velocità otturatore e apertura che ti permettono di ottenere un buono scatto, quindi prova tutte le possibilità che ti vengono in mente per trovare quella più adatta alle tue esigenze. Puoi ad esempio partire con apertura ampia e velocità otturatore elevata per arrivare a fare il contrario. Testa, prova, sperimenta, sii curioso e valuta cosa comportano le tue scelte sullo scatto finale. Trova i settaggi giusti per ogni scena e occasione.

Guarda queste 4 foto per capire come le varie scelte impattano sul risultato finale. L’esposizione sembra sempre uguale, ma le foto sono diverse tra loro: cambiano il movimento delle foglie e la profondità di campo. La foto migliore, tra le 4, è quella in alto a sinistra.

EsposureComparison

Il terzo fattore: ISO

C’è un altro fattore da considerare: gli ISO, che controllano la sensibilità del sensore alla luce. Non fanno entrare più o meno luce, ma regolano la sua sensibilità. Ad ISO bassi serve più luce, ad ISO bassi ne basta poca per avere un’immagine più luminosa.

In soldoni, di giorno tieni gli ISO bassi, di sera alzali progressivamente, ma non troppo, altrimenti la foto viene sgranata.

Ricorda che la luce viene convertita in segnale digitale dal sensore: se usi ISO alti, il segnale viene amplificato, ma se viene amplificato troppo si crea rumore, che rovina la foto.

Gli ISO sono molto importanti per ottenere la foto perfetta, ma meno rispetto agli altri fattori già elencati in precedenza. E poi sono molto facili da cambiare a livello di impostazioni e hanno impatti minori sul resto delle opzioni e funzioni della macchina fotografica. Gli ISO sono importanti, ma vanno modificati solo alla fine del processo di scatto.

Nella maggior parte delle fotocamere gli ISO vanno da 100 a 6400, ma solitamente si usano valori tra 100 e 1000. 

Ecco di seguito 2 immagini uguali, una scattata a ISO 100 (f/22 e velocità otturatore 1/15 di secondo) e l’altra a ISO 1600(f/22 e velocità otturatore 1/250 di secondo). Quella a destra ha più dettagli, ma anche più rumore. 

ISO


Come puoi notare, conoscere alla perfezione Velocità Otturatore, Apertura, e ISO è indispensabile per poter scattare le tue foto, sia su smartphone che su reflex. Sono 3 fattori che controllano e determinano la qualità e l’aspetto delle tue foto: la loro combinazione ti permetterà di ottenere foto bellissime o bruttissime.

L’unica cosa che puoi fare è provare, provare e provare ancora per conoscere alla perfezione Velocità Otturatore, Apertura, e ISO della tua fotocamera per poterli usare al meglio in ogni circostanza. La foto perfetta non è difficile da ottenere, ma devi impegnarti al massimo per scattarla. 

Fotografia primi passi e nozioni di fotografia | Conclusioni

Bene, abbiamo concluso con questo breve corso di fotografia per principianti che spiega nel dettaglio Velocità Otturatore, Apertura, e ISO.

Se il tuo obiettivo era quello di migliorare la qualità degli scatti da smartphone e reflex sono convinto che questa lettura ti sia stata molto, molto utile.

Chiaramente non diventerai fotografo professionista, ma la qualità delle tue foto migliorerà nettamente.

Ti consiglio di leggere anche questo interessante articolo:

Ti tornerà molto utile per conoscere al meglio la tua fotocamera e riuscire effettivamente a scattare le foto perfette. 

Prova ad applicare questi consigli e fammi sapere se effettivamente le tue foto sono migliorate!

Via: http://www.howtogeek.com/

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!