Microsoft ha da poco reso pubblici i risultati finanziari relativi al Q3 del 2015 e che vede stime molto al ribasso anche se pesa la svalutazione dovuta all’acquisto di Nokia e che vede chiudere i bilanci con una perdita nel quarto trimestre di circa 2,1 miliardi di dollari con solo 40 centesimi per azione. Da notare che il fatturato sia pari a 22,2 miliardi di dollari con un profitto di 6,4 miliardi di dollari. Le entrate dunque sono buone anche se le vendite delle licenze OEM di Windows sono in calo del 22% anche a causa del taglio al supporto di Windows XP ma che dovrebbero aumentare con il rilascio di Windows 10.

Da notare come la linea Surface segni un buon 117% con introiti pari ad 888 milioni di dollari anche grazie al nuovo Surface Pro 3 ed il Surface 3 che stanno vendendo bene anche se per il momento solo in ambiente business. Sempre restando nel campo di alto livello, gli smartphone con Windows Phone sono aumentate del 10% con vendite pari ad 8,4 milioni di unità anche e a causa del calo di prezzo di tanti modelli, le entrate sono calate del 68%.  Passando alla divisione videoludica, troviamo come Xbox incrementa le vendite del 30% con introiti di 1,4 milioni nel trimestre. Office 365 invece traina gli incassi con una crescita del 26% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno con gli abbonati alla suite cloud della casa di Redmond che è cresciuta a 15 milioni con un aumento di circa 3 milioni di abbonati rispetto al trimestre precedente.

Ovviamente la seconda metà dell’anno vedrà il debutto di Windows 10 che permetterà a Microsoft ed il suo CEO Satya Nadella di crescere ancora di più anche se sono continui i cambiamenti all’asset della società con tantissimi nuovi progetti in ambiente lavorativo e mobile che darà i suoi frutti a lungo termine.