Quanto traffico dati consuma Spotify sul nostro smartphone o tablet? Quanti MB (megabyte) consuma il programma di musica in streaming Spotify? Ecco l’analisi dettagliata

L’ascolto della musica su Spotify da dispositivi mobile è stato reso gratuito, ma quanto traffico dati serve per effettuare lo streaming in mobilità? Ecco il nostro test per capire quanti MB e GB consuma Spotify.

Il noto servizio di streaming musicale è ormai realtà anche nel nostro Paese, dove quotidianamente viene usato da milioni di utenti per ascoltare gratuitamente la musica su smartphone e tablet Android (ma non solo). 

Spotify è un servizio gratuito (o in abbonamento se volete le funzioni Premium), ma quali sono i suoi consumi di dati? Scopritelo con i nostri test.

Lanciato nel 2008 dalla startup svedese Spotify AB, l’omonimo servizio musicale on demand che offre lo streaming gratuito di una selezione di brani di varie case discografiche ed etichette indipendenti, è ormai una realtà affermata anche in Italia. Tantissimi utenti lo utilizzano per ascoltare musica in streaming gratis e legalmente, mentre tanti altri hanno preferito sottoscrivere un abbonamento Premium per usufruire di funzioni avanzate e più complesse.

Gratis o a pagamento, Spotify è comunque un servizio estremamente noto, diffuso e utilizzato in Italia, soprattutto considerando che può essere usato sia su dispositivi mobili come smartphone e tablet che su PC fissi e portatili (Mac compresi). In pochi anni Spotify ha dato un duro colpo alla pirateria di canzoni MP3 e musica su internet, soprattutto perchè permette di ascoltare praticamente qualsiasi brano musicale in streaming senza scaricarlo e in modo gratuito, a patto di ascoltare ogni tanto qualche spot pubblicitario.

Tantissimi utenti utilizzano quotidianamente Spotify sui propri smartphone e tablet, ma non tutti sanno che Spotify, se non viene usato sotto connessione WiFi, consuma parecchio traffico dati, soprattutto se la qualità audio è impostata su un livello elevato.

Noi italiani, che purtroppo abbiamo piani dati in mobilità molto “ristretti” dal punto di vista dei MB e dei GB di navigazione, dobbiamo quindi stare particolarmente attenti, perchè usando troppo spesso Spotify rischiamo di sforare dai GB previsti dal nostro piano e di ritrovarci a fine mese una bolletta telefonica particolarmente salata.

Ecco, dunque, che abbiamo fatto un’analisi dettagliata per misurare il consumo di traffico dati di Spotify, per capire effettivamente quanti MB e GB vengono consumati dal servizio che ci permette di ascoltare musica in streaming da internet.

Quanto traffico dati e internet consuma Spotify?

Stando ai nostri test è stato possibile effettuare una stima in grado di chiarire approssimativamente quale è il consumo di dati del servizio di streaming musicale. Tale consumo, elencato di seguito, varierà chiaramente a seconda della qualità audio selezionata dall’utente:

  • Qualità 96 kbps –> 0.72 MB al minuto
  • Qualità 160 kbps –> 1.2 MB al minuto
  • Qualità 320 kbps –> 2.4 MB al minuto

Tutto questo, tradotto in GB, significa:

  • 96 kbps: 43 MB in un’ora, 1,34 GB in un mese
  • 160 kbps: 72 MB in un’ora, 2,23 GB in un mese
  • 320 kbps: 144 MB in un’ora, 4,46 GB in un mese

In pratica, usando Spotify solo con il piano “mobile” (e quindi con il piano dati del vostro operatore telefonico), non si dovrebbero riscontrare problemi pur avendo solo 2GB di traffico al mese. Se invece avete un piano telefonico che offre solo 1GB di navigazione al mese, state attenti, perchè rischiate di esaurire tutto il traffico a vostra disposizione in poco tempo, soprattutto se ascoltate la musica al massimo della qualità (sconsigliato se non siete sotto rete WiFi).

Chiaramente il nostro consiglio è sempre quello di usare, per quanto possibile, Spotify sotto copertura WiFi, in modo da evitare di consumare traffico dati inutilmente, soprattutto se avete solo 1GB al mese a disposizione. Inoltre, consigliamo di sottoscrivere un abbonamento Premium a Spotify, che permette di scaricare i brani musicali per ascoltarli offline, senza connessione internet e senza consumare ogni volta traffico dati.

Ricordiamo che fortunatamente l’app per dispositivi mobili offre comunque la possibilità di impostare una qualità predefinita per l’ascolto dei brani a seconda della connessione (mobile o wireless) che si utilizza per l’ascolto. Il consiglio è quello di impostare al massimo la qualità 160 kbps, anche se già con la qualità 96 kbps riuscirete ad ascoltare musica di discreta qualità quando siete in mobilità.

Ecco, abbiamo concluso. Abbiamo visto insieme quanto traffico internet e dati consuma Spotify. 

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!

  • Robike

    Ma scusa che ragionamento è 43mb ogni ora quindi nessun problema con 2 giga al mese?
    Se ascolto Spotify 3 ore al giorno?

    • CashDroid

      Chiaramente il nostro consiglio è sempre quello di usare, per quanto possibile, Spotify sotto copertura WiFi, in modo da evitare di consumare traffico dati inutilmente.
      Se poi lo usi 24 ore al giorno fatti tuoi e adeguare il tuo traffico Spotify in base alla tua offerta oppure ti compri pacchetti da 100GB al mese!!!