Hoverboard per strada: un giovane trentino è stato multato di 1200 euro poiché usava l’hoverboard sul marciapiede. Cosa dice il Codice della Strada?

Vuoi comprare l’hoverboard? Attento al Codice della Strada!

Volevo comprare l’hoverboard per spostarmi nella mia città, ma dopo aver letto una terribile notizia su TomsHW ho cambiato idea. Visto che mi sembra molto interessante, la riporto parzialmente.

Ti dico subito che NON si tratta di uno scherzo, ma di un’altra storia che caratterizza tristemente il nostro Paese, fermo al Medioevo per certe cose.

Come anticipato ad inizio articolo, un ragazzo di Trento ha ricevuto una multa di 1200 euro dalla Polizia Locale perchè usava l’hoverboard sul marciapiede. Cerchiamo di capire cosa è successo e soprattutto se è legale o meno l’hoverboard in Italia. 

Multa per colpa dell’hoverboard per strada: tutto vero. Ecco cosa è successo

Come è possibile prendere una multa di 1200 euro per colpa dell’hoverboard? Semplice, basta abitare in Italia, dove le leggi sono poco chiare e arretrate di 200 anni rispetto alla tecnologia esistente.

Ma procediamo con ordine.

Il fatto è questo: un ventiquattrenne di Trento domenica pomeriggio è stato multato per 1.200 euro dalla Polizia Locale poiché percorreva sul marciapiede la periferica via Maccani.

Il ragazzo ha usato l’hoverboard per spingere la carrozzina (era proprio necessario?) con il suo bimbo. E’ stato però fermato dalla Polizia Localesanzionato di 5 punti sulla patente, oltre alla multa da 1200 euro e al sequestro del mezzo. Neanche ad un pirata della strada che uccide e travolge una persona viene riservato questo trattamento!

Usa l’hoverboard sul marciapiede: perchè multa, punti patente e sequestro del mezzo?

La legge italiana dice questo: per l’hoverboard occorrono targa, immatricolazione ed assicurazione, che però al momento attuale nel nostro Paese non si possono fare. Non c’è nessuna istituzione in Italia che permette di fare tutto questo. Ma la legge lo richiede. Normale, no?

In pratica la legge chiede determinati requisiti per l’hoverboard, ma di fatto sono cose non realizzabili. C’è un chiaro buco di legge da questo punto di vista, però a rimetterci è stato il ragazzo (come sempre..).

Cosa dice la legge italiana sull’hoverboard? E’ legale usare l’hoverboard? Dove si può usare l’hoverboard?

L’hoverboard, quella sorta di skateboard elettrico che va molto di moda soprattutto fra i più giovani, è considerato un “acceleratore di andatura” secondo il Codice della strada.

Però nessuno scrive che è vietato utilizzare l’hoverboard in strada, tanto che nelle grandi città lo usano anche per andare al lavoro, ma l’articolo 190 del Codice ricorda che “la circolazione mediante tavole, pattini od altri acceleratori di andatura è vietata sulla carreggiata delle strada […] sugli spazi riservati ai pedoni è vietato usare tavole, pattini od altri acceleratori di andatura che possano creare situazioni di pericolo per gli altri utenti”.

In pratica l’hoverboard non si può usare sul marciapiede. Si rischia una sanzione compresa tra 25 e 99 euro, ma lo sfortunato trentino è incappato in agenti piuttosto rigorosi.

La Polizia infatti ha considerato l’hoverboard un motorino, poiché il costruttore lo definisce uno “scooter”, con velocità superiore a 6 chilometri orari.

Il problema, come abbiamo detto poco sopra, è che non è omologato come tale (anche perchè in Italia al momento non è proprio possibile farlo!), quindi la mancanza di assicurazione (849 euro), di certificato di circolazione (155 euro), di targa (77 euro) e casco (81 euro) hanno fatto salire alle stelle il conto.

Dove si può usare l’hoverboard in Italia? Hoverboard per strada può andare?

In sostanza, volendo rispettare la legge, attualmente in Italia l’hoverboard si può usare solo su strade private. In casa dunque, nel proprio cortile e basta.

Non si può circolare da nessuna altra parte con l’hoverboard: sul marciapiede si prende la multa, sulla strada anche.

Al momento c’è una grande disinformazione in merito, ma se state pensando di comprare l’hoverboard, dovete sapere che rischiate una multa molto salata quando lo usate fuori casa. 

Volendo essere più precisi sull’uso dell’hoverboard in Italia, riporto una nota pubblicata recentemente ad esempio dalla Polizia Municipale di Brunico.

Dove si può andare con l’hoverboard?

“Se la potenza massima del motore non supera 1 KW e se la velocità massima raggiunta è di 6 km/h, sono considerati dal C.d.S. come ‘macchine per uso di bambini’ e non come veicoli. In questo caso si applicano le stesse disposizioni come per skateboard, pattini a rotelle e monopattini senza motore”, sostiene la Polizia Municipale di Brunico.

“Ma attenzione: la maggior parte dei monopattini elettrici raggiunge velocità molto più elevate. Ne consegue che l’utilizzo di quest’ultimi non è consentito su strade e piazze pubbliche. Per chi lo fa comunque, il C.d.S. prevede le stesse sanzioni come se ci si trovasse alla guida un ciclomotore senza patente, senza assicurazione di responsabilità civile, senza casco, ecc. È previsto anche il sequestro del veicolo”.

Andando per esclusione, l’unico luogo sulla sede stradale a prova di multa potrebbe essere la banchina, come suggeriscono i consulenti legali de La legge per tutti. In pratica l’hoverboard può stare in quella zona compresa tra il margine della carreggiata e il marciapiede, ma è estremamente rischioso.

E’ chiaro che il discorso non vale se l’hoverboard ha una velocità massima inferiore ai 6 km/h, ma penso che solo pochissimi dispositivi in commercio abbiano questo limite di velocità.

Nel dubbio, comunque, per il momento sconsiglio di comprare l’hoverboard: costa parecchio e in Italia si rischia di essere investiti (se si usa sulla banchina) e anche di prendere una multa salatissima.

Inutile sperare che le cose cambino e l’Italia diventi più moderna, tanto qua stiamo tornando nel Medioevo. Lo stesso discorso, ad esempio, vale per i droni: ad oggi non c’è un regolamento chiaro, non ci sono assicurazioni valide al 100%, non c’è controllo, c’è un pò il Far West e chiunque usi un drone tipo il Mavic Pro o il Phantom anche solo per divertimento rischia grosso ogni volta che spinge il drone un pò lontano dal cortile di casa.

Ma siamo in Italia, di cosa ci dobbiamo stupire?

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here