Rivoluzione nel mondo dell’e-commerce dal prossimo 13 giugno.

Il 26 marzo scorso è entrata in vigore una normativa europea che cambierà il modo di fare gli acquisti online. Tutti, infatti, siamo soliti acquistare qualsiasi tipo di bene online, utilizzando quindi un servizio noto in ogni parte del mondo: l’e-commerce.

Se infatti vorrete continuare ad acquistare online dal prossimo 13 giugno, ci saranno dei cambiamenti che non potrebbero farvi felici in ogni caso: a partire dal mese prossimo, infatti, per gli acquisti da cataloghi, o telefonici superiori a 50€ effettuati, ci sarà l’obbligo per il venditore di inviare copia cartacea a mezzo posta al compratore del contratto di vendita, da firmare e rispedire al venditore, prima di ricevere la merce, il che vuol dire allungare i tempi di arrivo a casa.

Qualunque venditore che non ottempererà a quest’obbligo potrà incorrere in sanzioni dai 5 mila ai 5 milioni di euro, che non sono pochi!

Altra novità riguarda il diritto di recesso, che passa dagli attuali 10 giorni dalla ricezione della merce ai 14 giorni, durante i quali si dovrà avvertire il venditore della voglia di avvalersi del diritto di recesso. Dopo la ricezione della merce, il venditore, avrà altri 14 giorni per provvedere al rimborso della somma di acquisto.

Ultima novità riguarda chi vende beni e servizi su internet. Chi vende beni o servizi su Internet, a partire dal 13 giugno, avrà anche l’obbligo di specificare tutte le spese previste per l’acquisto: quindi, oltre al prezzo del bene o del servizio, dovranno essere indicati tutte le tasse e le varie maggiorazioni previste.

Cosa ne pensate di tutte queste novità? A me poco piace specialmente la prima 🙂

  • Tommi

    Non facciamo disinformazione. La storia del contratto che va spedito vale solo per le vendite a catalogo e telefoniche non per gli acquisti online.

    • vidrafeed

      Me lo auguro!

    • CashDroid

      Infatti mi pare ci sia scritto: “per gli acquisti da cataloghi, o telefonici superiori a 50€ effettuati, ci sarà l’obbligo per il venditore di inviare copia cartacea a mezzo posta al compratore del contratto di vendita”

      • Tommi

        Evidentemente avete aggiornato la pagina dopo la mia segnalazione 😉

  • Roberto

    in sicilia diremmo “girala ca si brucia….” (riferita ad una frittata) che c’entra l’e-commerce ovvero il titolo dell’articolo con la vendita telefonica/a catalogo?