AGCOM ordina il “blocco” del primo sito: si tratta di Cineblog01, noto portale che permette di guardare e scaricare tantissimi film e serie TV in streaming

AGCOM

Come sicuramente ben ricordate, lo scorso 31 marzo sono entrate in vigore le nuove norme sul copyright che consentono ad AGCOM (l’autorità garante per le comunicazioni) di ordinare l’oscuramento dei siti Internet considerati “pirata” a mezzo DNS. Dopo un mese dall’entrata in vigore delle norme, ecco che arriva il blocco e l’oscuramento del primo portale italiano: si tratta di Cineblog01, uno dei siti più noti a livello italiano per quanto riguarda lo streaming e il download illegale di film e serie TV.

Il portale, tra l’altro, già da tempo era stato oscurato nei suoi vecchi indirizzi, ma recentemente è stato nuovamente bloccato dalle autorità italiane sempre per lo stesso motivo, ovviamente legato allo streaming non autorizzato di film e serie TV protette da diritto d’autore. A quanto pare, dunque, Cineblog 01 sarebbe reo di aver fornito agli utenti i link per visualizzare/scaricare opere protette da diritto d’autore senza disporre di apposite autorizzazioni.

Parliamo di un sito che, come tanti altri, non ospita film o serie TV sui propri server ma si affida ai cosiddetti cyberlocker (FileDrive, NowDownload e simili) per offrire contenuti al pubblico, il quale può scegliere se guardare i contenuti direttamente online o se scaricarli sui propri PC per guardarli anche senza connessione ad internet. Anche se il sito non permette dunque di guardare direttamente i film e le serie TV ma rappresenta un semplice “raccoglitore di link”, come potrebbe benissimo essere Google, l’AGCOM che ha preferito ordinare subito il blocco del sito ai provider del nostro paese. 

Al momento io lo riesco ancora a vedere, ma tra qualche ora/giorno non sarà più accessibile. Mi aspetto comunque che entro breve gli amministratori del sito cambino indirizzo e rimettano online il portale, come ormai fanno da mesi e mesi a seguito dei continui blocchi delle autorità italiane.

Il reato di cui si sono macchiati i responsabili di “Cineblog 01″ – si legge nel documento prodotto dal garante – è quello di violazione grave e di carattere massivo  del copyright, accusa per la quale il sito sarebbe già coinvolto in indagini penali.

Come sottolineato dall’Avv. Fulvio Sarzana, noto esperto di diritti legati alle nuove tecnologie, il garante per le comunicazioni si è trasformato in “un organo di polizia giudiziaria e in un giudice delle indagini preliminari” che con la sua attività rischia di portare a doppi giudizi per i siti incolpati di violazione del diritto d’autore: uno ad opera dei giudici competenti in materia e un altro da parte di AGCOM.

Insomma, è iniziata l’era della censura in Italia, ora dobbiamo stare davvero attenti a quello che pubblichiamo in rete. Voi come la pensate? Concordate oppure no con questa strategia?

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!

  • Zed Er

    non sono d’accordo con la censura ma devo dire che quelli di Cineblog sono dei Talebani.
    Mi spiego: se fai notare che i link ai film sono sbagliati o che alcuni sono addirittura in russo senza sottotitoli ti bloccano il commento e ti impediscono di inserirne di nuovi.
    In Italia basta dare una tecchia di potere a dei blogger e quelli si trasformano in dittatori del web.
    Se chiudono cineblog mi fanno un favore.
    Meglio italia-film o piratestraeming

  • Cico Cichetti

    mi hanno bannato da cineblog perchè sui commenti al film di Lucia Annibali una nazifemminista mi ha detto che gli uomini non vengono sfregiati dalle donne.
    GLi ho fatto notare che non è vero, prendi i casi di WIlliam Pezzullo PIetro Barberin e Stefano Savi.
    Mi hanno bannato dal sito.
    PER ME POSSONO ANCHE ANDARE A FANCULO E MORIRE DI FAME !!!