L’IPTV è entrata in pochi mesi nel normale linguaggio di tutti noi e sebbene sia facilissimo accedere all’IPTV in molti non sanno neanche cosa significhi realmente IPTV e come funzioni. In questo articolo andremo a vedere come funziona e cos’è l’IPTV.

Cos’è l’IPTV? Note tecniche IPTV

Il sistema IPTV è generalmente usato per ricevere segnali televisivi tramite connessioni ad Internet a banda largaL’architettura tipica di rete per la trasmissione di tali contenuti è quella distribuita detta Content Delivery Network (CDN). Spesso la fruizione dei contenuti audiovisivi è offerta in modalità Video on Demand ed abbinata all’accesso al web ed al VOIP, poiché questi tre servizi condividono la stessa infrastruttura. Unito al servizio di connettività telefonica e alla navigazione Web si parla di servizio Triple Play. L’IPTV offre delle potenzialità tecnologiche quali il video on demand rispetto alle distribuzioni televisive tradizionali come la televisione analogica terrestre, il digitale terrestre, il satellite e, nei paesi in cui viene usata, la TV via cavo, contemporaneamente propone un modello chiuso, dove il provider decide quali contenuti e in quali modalità debbano essere fruiti dagli utenti. L’IPTV è offerta su 2 tipologie principali di contenuti

  • Contenuti in presa diretta (distribuiti contemporaneamente a più utenti)
  • Contenuti di tipo Video-on-Demand, cioè pre-registrati e resi disponibili a ciascun utente che ne faccia richiesta.

Nel primo caso, la distribuzione dei contenuti avviene tramite protocolli di multicast; nel secondo caso, si usa una connessione unicast tra l’utente e la piattaforma di erogazione del servizio. I contenuti video, in genere, sono codificati in formato MPEG-2, oppure MPEG-4. Quest’ultima tecnologia sta soppiantando l’MPEG2, poiché consente un notevole risparmio di banda, a parità di qualità dell’immagine. Solo ultimamente alle tecnologie di IPTV si sono affiancati sistemi di P2P-TV, ovvero di condivisione dei flussi audiovisivi che, attraverso dei sistemi a cascata simili a quelli di Bittorrent, permettono di replicare i contenuti tra gli utenti e permettere a tutti di ricevere agevolmente il segnale. La tecnologia IPTV sta conoscendo un vertiginoso trend di crescita negli ultimi anni. Secondo i più autorevoli studi, la somma di tutte le forme di video IP nel 2016 costituirà il 76% del traffico IP totale. (Cit. Wikipedia)

Come vedere l’IPTV

Per fruire dei contenuti messi a disposizione delle IPTV è possibile accedere a numerosi servizi sul web, su tutti quelle offerte dai vari operatori di telefonia nazionale come TIM, Fastweb, Sky e MediaSet che permettono di accedere, ad interi cataloghi on demand di film, serie TV, documentari, fiction e molto altro sottoscrivendo un particolare abbonamento. Ma se non vogliamo proprio pagare è possibile trovare sul web diverse soluzioni “gratuite” che si chiamano VLC e KODI. Iniziamo vedendo VLC e poi passeremo a KODI.