Android Studio lascia lo stadio di “anteprima” e arriva alla versione 1.0. Che cos’è? Vediamolo insieme: Android Studio è il nuovissimo ambiente di sviluppo integrato (Integrated Development Environment, IDE) rilasciato da parte del team di Android per lo sviluppo di app sulla loro piattaforma è costruito sul popolare IntelliJ IDEA(Community Edition) Java IDE che, va a sostituire Eclipse con ADT l’IDE consigliato fino ad oggi da big G .

 

android studio

 

Come si legge dal Comunicato a detta della stessa Google la migrazione a questo ambiente di sviluppo apporterà delle semplificazioni nei passaggi di sviluppo del software.

Se si sta attualmente sviluppando per Android o pensando di iniziare, è il momento di scaricare Android Studio 1.0 (o l’aggiornamento se si utilizza una versione precedente); per quelli che già sviluppano su android, Google ha rilasciato le linee guida per effettuare il passaggio da Eclipse IDE al nuovo ambiente di sviluppo integrato.

Simile ai canali di rilascio di Chrome, Android Studio continuerà a ricevere aggiornamenti su quattro canali di uscita differenti: Stabile, Beta, Dev e Canary. Canary instabile con molti bug da correggere derivanti dalla sua immaturità sconsigliata per lo sviluppo di app, mentre la versione stabile è completamente testata.

Caratteristiche Android Studio

Con il rilascio di Android Studio, si ha accesso a una nuova serie di funzionalità per consentire un agevole sviluppo; alcune delle caratteristiche principali del suddetto sono elencate di seguito:

  • Strumenti finalizzati ad ottenere la migliore efficienza possibile in fase di sviluppo della nuova applicazione per mezzo di strumenti per la programmazione, traduzione, emulazione e progettazione dell’interfaccia grafica per diverse tipologie di dispositivi.
  • Tool a cui lo sviluppatore potrà accedere per l’analisi delle performance dell’applicazione, per aiutare lo sviluppatore a trovare modi per migliorarne le prestazioni.

Per una panoramica più completa sulle funzionalità vi rimando alla pagina Android Studio.

Analizzando il tutto google con l’uscita di Android studio vuole principalmente rendere le app di Android sempre più vicine fra di loro come design e funzionalità, obiettivo che lo accomuna al nuovo Material Design, quest’ultimo linguaggio grafico portato avanti con Lollipop per app native e di terze parti. Android ha avuto riccorrenti critiche per la compatibilità delle sue applicazioni, discordanti fra di loro su molteplici aspetti: il nuovo tool di sviluppo integrato è in grado di cambiare le carte in tavola ?