https://i1.wp.com/images.milano.corriereobjects.it/methode_image/2015/05/02/Interni/Foto%20Gallery/anon_01.jpg?resize=640%2C485

Dopo i primi giorni di fuoco dall’apertura dell’EXPO 2015 che si sta tenendo a Milano in questi giorni ecco che da Anonymous Italy arriva un nuovo attacco al sistema di acquisto di biglietti online. Dunque dopo la protesta che ha messo a ferro e fuoco l’EXPO nel centro di Milano, ecco che la protesta continua online bucando il sistema della compagnia Best Union che è addetta alla vendita dei biglietti online.

Già il 30 Aprile 2015 fu sferrato il primo attacco DDoS che si è prolungato per circa 3 giorni che però non avevano procurato nessun danno o disservizio e poi hanno cambiato la homepage del sito padiglioneitaliaexpo2015 cambiando l’immagine in home con una maschera di Guy Fawkes.

Infine veniamo all’attacco di oggi che ha bucato il sito della Best Union con accesso diretto al database con il furto di ben 1 Terabyte di dati con il furto di milioni di dati privati degli utenti che hanno acquistato online i biglietti.

E’ bene precisare che la politica di Anonymous preveda la non pubblicazione dei dati pubblici poichè si vuole colpire il pubblico e non il povero cittadino. In rete, in particolar modo su Twitter, tramite il profilo @operationitaly è stato rivendicato l’attacco che è possibile seguire tramite gli hashtag #OpItaly#NoExpo.