Anonymous dichiara Guerra all’ISIS attraverso la raccolta di fondi

https://i1.wp.com/www.studiocelentano.it/wp-content/uploads/2015/02/Anonymous.jpg?w=640

Anonymous da sempre si è schierata contro l’ISIS e da poco ha diffuso una lista di 9.200 account Twitter considerati vicini all’ISIS ed inoltre ha pubblicato oltre 14.000 account con tanto di mail di attivisti sui forum, vicini sempre all’ISIS. Con tutte queste mosse, Anonymous sta combattendo a modo suo l’ISIS ma ora ha bisogno di aiuto e sta cercando fondi in firo per il modno.

Sono già diverse le operazioni contro l’ISIS come #OpIceIsis dove gli Anons hanno violato migliaia di account Twitter, Facebook ed email di presunti appartenenti al gruppo dell’ISIS che tifa per il Califfato. Gli hacker di GhostSec ­ si sono “I fantasmi che avete creato” che è diventato il loro motto­ poichè loro sono in continuo aumento proprio per contrastare l’ISIS ed i social network sono terreno di reclutamento. Ora però quelli di Anonymous sono alla ricerca di fondi tramite il lancio di una campagna di finanziamento via Internet  ed ecco le motivazioni:

Sono americano ed è per un enorme insulto vedere terroristi stranieri usare un sito fatto in America per incitare alla violenza contro gli americani. Io però sono un cittadino del mondo. Su Internet non esiste razza, credo o religione. Esistono la solidarietà e la libertà. Internet ha permesso il libero accesso all’informazione e e ha portato progresso e cambiamento, perciò qualsiasi cosa lo rallenti e lo impedisca merita la nostra attenzione.

Dunque la cyberguerra è appena partita con Anonymous che è sempre sugli scudi pronta a chiudere ogni forma di comunicazione anche ai più bassi livelli in modo da tarpare le ali al Califfato.