Anonymous passa all’attacco: Oscurati account, siti e violate le VPN Jihadiste dell’ISIS

Anonymous passa all’attacco e grazie all’operazione NO2ISIS lancia l’offensiva contro il gruppo Jihadista. Infatti tramite un attacco portato a termine dagli Hacktivisti di Anonymous sono stati hackerati e dunque bloccati e cancellati migliaia di account Twitter appartenenti a persone legate all’ISIS. Inoltre sono stati hackerati anche diversi profili Facebook ed inoltre sul web sono comparse anche tutte le identità di queste persone collegate all’ISIS.

Anonymous ha rivendicato l’attacco come insieme di persone di ogni razza, credo e religione, poveri e ricchi, studenti e lavoratori, hacker, cracker, spie e agenti governativi. Insomma tutti quanti uniti per togliere il terreno sotto ai piedi degli agenti della propaganda jihadista.

Su YouTube è anche apparso un video che conferma l’attacco e che non daranno tregua all’ISIS. In rete sono stati pubblicati tutti gli indirizzi mail degli account Facebook e Twitter hackerati ed inoltre per la prima volta sono stati resi pubblici gli indirizzi VPN, cioè le reti virtuali private creata dall’ISIS per comunicare tra di loro senza farsi rintracciare.

“L’Operazione Isis continua. Siamo musulmani, cristiani, ebrei…. i terroristi che si definiscono Stato islamico non sono musulmani. Attaccheremo e metteremo offline tutti i loro siti.”

Questa è l’affermazione fatta il 9 Gennaio scorso dal gruppo di Anonymous ed ora a quasi un mese di distanza i primi attacchi concreti.