Plus D: cosa è e come funziona il nuovo motore di ricerca di Assange

No, Assange non è sparito dalla circolazione, ma in questi mesi si è messo al lavoro per migliorare e perfezionare il suo progetto Wikileaks ed è ormai pronto a lanciare a livello mondiale il nuovissimo Plus D. Cosa è? Come funziona? Di cosa si tratta? 

Scopriamo insieme questo nuovissimo progetto di Assange per conoscerlo nel dettaglio.

Andare alla ricerca dei documenti top secret delle diplomazie non sarà più un impresa. Tutto merito di Plus D, il nuovo motore di ricerca di Wikileaks. Se, in passato, i documenti segreti dei governi di tutto il mondo erano stati resi disponibili in modo gratuito ma confusionario, con Plus D chiunque li potrà cercare e individuare in modo facile, veloce e, ovviamente, gratuito. 

La piattaforma Plus D permetterà di leggere i quasi 2 milioni di dispacci diplomatici raccolti tra il 2003 e il 2010, tra cui saranno disponibili oltre 250mila file del Dipartimento di Stato USA. Ma gli utenti più curiosi potranno trovare anche file e informazioni risalenti al periodo “turbolento delle ditatture sudamericane del periodo 1973-1976”, come ha spiegato il portavoce che ha introdotto la videoconferenza Skype di Assange.

Ma a chi servirà tutto questo? Che utilità avrà?

Il sistema sarà utile ai giornalisti investigativi, consentendo loro di portare avanti le indagini mediante l’utilizzo di parole chiave, mittenti, destinatari, date, uffici di corrispondenza. Ma permetterà anche ai semplici cittadini curiosi di andare a rovistare nei carteggi tra le diplomazie più potenti della terra.

Si tratta di un progetto immenso, a cui hanno collaborato 18 media internazionali, ha spiegato Assange nella videoconferenza su Skype dall’ambasciata dell’Ecuador di Londra, luogo in cui si trova al momento. Queste testate pubblicheranno presto notizie tratte dalla ricerca resa ora più facile e immediata dal nuovo portale.

Wikileaks sembra aver spostato l’interesse verso gli avvenimenti del passato, per fare luce sulle zone d’ombra della storia. Perché, come ha detto Assange citando una famosa frase dello scrittore George Orwell, “colui che controlla il presente controlla il passato e colui che controlla il passato controlla il futuro”.

Riuscirà anche questa volta a fare il botto Assange con il suo Plus D? Si farà odiare nuovamente da tantissimi Paesi sparsi per il mondo? Probabilmente si, ma per scoprirlo dobbiamo solo attendere il lancio ufficiale del suo nuovo motore di ricerca di documenti segreti e riservati.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!