Ottime notizie arrivano in Italia sul fronte della rete LTE, la nuovissima rete dati che consentirà di navigare sul web fino a 100MB/s.

Nella giornata di ieri, infatti, si è proceduto allo sgombero forzato delle frequenze ad 800MHz, le più ambite dagli operatori telefonici italiani, che però fino a poco fa erano occupate dalle televisioni private.

Alcune di queste televisioni sono state rimosse forzatamente, a fronte di indennizzi per un totale di 120 milioni di euro, ma adesso abbiamo la possibilità di sfruttare queste frequenze per avere nei prossimi mesi la rete LTE in tutta Italia.

Dunque, i tempi per l’arrivo della rete LTE in Italia sono stati rispettati, anche se sono state sostenute importanti spese aggiuntive che inizialmente non erano previste.

Si apre dunque la strada verso una copertura migliore, più estesa e ben più efficace delle nuove reti 4G LTE di TIM, Vodafone e Wind, tutte già pronte per effettuare primi test sul campo sulla nuova frequenza appena liberata.

Ma perchè la banda a 800 Mhz era così importante per gli operatori? 

La banda ad 800MHz è la più ambita perchè ha un segnale più potente e facile da agganciare sia all’esterno che all’interno.

Ricordiamo comunque che 3 Italia non è interessata a queste novità, visto che da subito ha puntato sulla rete a 2.6Ghz e quindi non si appoggerà a queste frequenze.

Nei prossimi mesi i tre operatori interessati si metteranno al lavoro per mettere a disposizione i propri servizi anche su queste frequenze, considerando che adesso hanno a disposizione quella a 1.8GHz.

Alcuni sostengono che potrebbero esserci problemi di interferenze con il digitale terrestre. In effetti è vero, ma presto ci sarà un nuovo provvedimento che prevede le spese di ripristino a carico degli operatori, qualora fossero riconosciuti responsabili di eventuali problemi.

Nel frattempo, inoltre, Telecom provvede all’installazione di particolari filtri lungo la rete nazionale.

A questo punto speriamo davvero che la rete LTE in Italia arrivi entro pochi mesi, visto che siamo rimasti pesantemente indietro rispetto ad altri Paesi. Speriamo anche che i costi non siano esagerati, altrimenti pochissimi utenti potranno utilizzare questa nuova tecnologia sul proprio smartphone.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!

  • Dario · 753 a.C. .

    quindi dentro casa LTE dovrebbe prendere di più rispetto al 3g visto che il 3g è 900mhz e lte è 800mhz? facendo conto che siano sullo stesso traliccio