BitCoin: La moneta virtuale viene ufficialmente riconosciuta legale in Germania e diventa tassabile

Bitcoin (simbolo BTC o ฿) è una valuta elettronica creata nel 2009 da un anonimo conosciuto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. Il nome Bitcoin si riferisce anche al software open source progettato per implementare il protocollo di comunicazione e la rete peer-to-peer che ne risulta.

A differenza della maggior parte delle valute tradizionali, Bitcoin non fa uso di un ente centrale. Bitcoin utilizza un database distribuito tra i nodi della Rete che tengono traccia delle transazioni e sfruttano la crittografia per implementare le caratteristiche più importanti come il fatto di permettere di spendere bitcoin solo al legittimo proprietario, e di poterlo fare una volta sola.

Sebbene sia una valuta virtuale, BitCoin è utilizzata anche per acquistare beni materiali e sta crescendo il popolo dei suoi estimatori, specialmente sul Web dove molti store online la accettano come forma di pagamento. Anche se BitCoin abbia passato un brutto periodo per il rischio di hackeraggio, e il suo valore sia crollato, ad oggi 1 BitCoin vale 82 euro, mentre prima sfiorava i 200, la facilità di scambiare BitCoin è in continua crescita, e il fatto di essere completamente esentasse attira molti compratori visto il notevole risparmio.

Anche se non tutti gli Stati e molti negozi online accettano BitCoin come forma di pagamento, la moneta virtuale è al centro di alcuni cambiamenti radicali. Infatti poichè non è tassabile e non è possibile regolamentare le transazioni in alcuni paesi, come la Thailandia, i pagamenti in BitCoin sono ritenuti addirittura illegali, ma in Germania hanno fiutato l’affare ed hanno reso tassabile fino al 25 % i BitCoin, e secondo il sito tedesco Die Welt, il BitCoin sarebbe stato ufficialmente riconosciuto dallo Stato come una moneta privata ed un’unità di conto e secondo Frank Schaeffler, deputato della commissione finanziaria Nazionale:

Per la prima volta, il Governo Federale ha riconosciuto i Bitcoins come moneta privata

Quindi a conti fatti, in Germania il BitCoin diventa una moneta riconosciuta dallo stato e quindi si dovranno pagare le tasse sui propri guadagni in BitCoin. Infatti, sebbene ancora per il momento le transazioni personali siano prive di tassazione, ciò non vale per i guadagni derivanti da forme di commercio il che potrebbe essere soggetto ad una tassazione che arriva fino al 25% della somma guadagnata.

Una mossa astuta che sicuramente avrà un grande seguito nelle altre nazioni, il che farebbe crollare ulteriormente il prezzo di questa “Ex” fortunata moneta virtuale.

  • daikon899

    ok ma dato che questa moneta viene principalmente usata nel deep web, dubito che la gente paghi le tasse 🙂