Bose possiede già un grande nome nel mondo dell’audio, ma la società ha intenzione di espandersi in un business del tutto nuovo ovvero quello della musica in streaming.

 

Bose-lifestyle-v35

Bose prevede infatti di lanciare un servizio di musica in streaming, dal momento che ha recentemente pubblicato un annuncio di lavoro cercando un Senior Designer User Experience per un servizio di musica cloud ancora da annunciare.

Il servizio di musica in streaming sembra essere ancora in fase iniziale, secondo i dettagli dell’offerta di lavoro. Infatti l’offerta di lavoro richiede che il futuro progettista aiuti a “stabilire i requisiti di funzionalità e di sistema”. Il servizio quasi certamente sarà pensato per funzionare sugli smartphone o, comunque, prettamente sui dispositivi mobili.

Sembra che Bose non abbia intenzione di sviluppare un add-on, ma un vero e proprio servizio autonomo, in grado di concorrere con giganti dello streaming come Spotify e Pandora. L’annuncio descrive il candidato ideale come qualcuno che ha già lavorato per Spotify, Pandora, Apple Beats Music, ecc. Sono stati nominati anche servizi come iHeartRadio, SiriusXM, CalmRadio e hotelradio.fm, che vantano anche di funzionalità di radio, suggerendo quindi che il servizio di musica in streaming di Bose potrebbe includere anche una funzionalità radio.

Il lancio da parte di Bose del suo servizio di streaming musicale potrebbe aiutare l’azienda ad attirare ulteriori clienti verso il suo ecosistema di altoparlanti. Negli ultimi tempi infatti la situazione è alquanto difficile per l’azienda, che si è ritrovata a lottare contro Apple, citandola in giudizio per la presunta

di diversi brevetti relativi alla cancellazione del rumore. L’entrata di Bose nel business della musica in streaming potrebbe mettere ancora una volta in diretta concorrenza le due società. C’è da tenere conto anche del fatto che il mercato della musica in streaming è praticamente saturo, quindi non si sa se Bose riuscirà a trovare il suo spazio. E voi cosa ne pensate?

[Via]