Canone RAI 2016: ecco cosa si intende esattamente per apparecchio TV. Cosa è un apparecchio TV? Tutto quello che dovete sapere su apparecchio TV Canone RAI 2016

E’ arrivato il momento di pagare il canone RAI: ecco la definizione di apparecchio TV per capire se bisogna pagare o meno il canone.

logo-rai

Cosa si intende per apparecchio TV secondo le regole del Canone RAI 2016?

E’ arrivato il momento di pagare il Canone RAI 2016, ma c’è ancora una grandissima confusione. Non si capisce chi debba pagare il canone, cosa si intenda per apparecchio TV, chi sia esente dal pagamento. Insomma, come sempre succede in Italia, c’è una gran confusione attorno al pagamento di questa nuova tassa. 

In questo articolo non vogliamo fare chiarezza su tutto, ma solo su un aspetto del pagamento del canone Rai 2016. Oggi, infatti, vi spieghiamo esattamente cosa si intenda per apparecchio TV. In questo modo potrete capire un pò meglio se dovete pagare il Canone RAI 2016 o se potete richiedere di non pagarlo. 

Non volete pagare il canone RAI? Beh, se avete i requisiti per essere esenti dal pagamento nessun problema. Ma se dichiarate il falso per evitare il pagamento del canone RAI siete esposti a sanzioni penali. Non bisogna dimenticare, inoltre, che il canone RAI è considerato un tributo.

LEGGI ANCHE:

Non pagare canone RAI 2016 è possibile? Si può non pagare canone RAI? Ecco cosa si intende per apparecchio TV

Come sappiamo, il nuovo canone Rai in bolletta consente l’esenzione dal pagamento nel caso non si disponga di una televisione o altro dispositivo. Ma cosa è esattamente un apparecchio TV? Cosa si intende per apparecchio TV?

Canone RAI: il MISE chiarisce cos’è un apparecchio TV

Con una nota ufficiale, il Ministero per lo Sviluppo Economico ha chiarito cosa bisogna intendere per apparecchio televisivo in relazione al pagamento del canone Rai 2016.

Sembra ridicolo, eppure definire questo dettaglio appare sempre più complicato, a causa dell’innovazione tecnologica e anche un riferimento legislativo che risale al 1938 (R.D.L. 21 febbraio 1938, n. 246 art. 1).

Il Consiglio di Stato ha suggerito al MISE una correzione del decreto che regola il nuovo sistema di pagamento del canone: nel documento non era specificata adeguatamente la definizione di apparecchio TV, così, qualche giorno fa, il Ministero ha risposto sottolineando che per apparecchio TV “si intende un apparecchio in grado di ricevere, decodificare e visualizzare il segnale digitale terrestre o satellitare, direttamente (in quanto costruito con tutti i componenti tecnici necessari) o tramite decoder o sintonizzatore esterno”.

In pratica per apparecchio TV si intende un comune televisore con decoder integrato oppure esterno. Il MISE spiega inoltre che “per sintonizzatore si intende un dispositivo, interno o esterno, idoneo ad operare nelle bande di frequenza destinate al servizio televisivo secondo almeno uno degli standard previsti nel sistema italiano per poter ricevere il relativo segnale TV”.

Viene ribadito ancora una volta che non sono considerati apparecchi televisivi i computer, smartphone, tablet e ogni altro dispositivo se privi del sintonizzatore per il segnale del digitale terrestre o satellitare.

In sintesi, dunque, una TV, computer, smartphone, tablet e ogni altro apparecchio costringono al pagamento del canone solo ed esclusivamente se sono in grado di accedere potenzialmente al segnale del digitale terrestre o satellitare – quindi se montano una penna USB DTT, decoder sat, etc. Ad esempio, una TV vecchia senza decoder non paga, una TV nuova senza decoder interno o esterno non paga, portatili, smartphone e tablet nudi e crudi non pagano.

Infine l’Agenzia delle Entrate, considerate le recenti indicazioni del Consiglio di Stato, ha deciso di spostare il termine unico per la presentazione della dichiarazione di mancato possesso della TV. Si avrà tempo fino al 16 maggio 2016 per sottoporre la dichiarazione sostitutiva in via cartacea o digitale.

E voi cosa farete? Pagherete il canone RAI o avete i requisiti per esserne esenti?

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!