Il Canone RAI si pagherà in bolletta dal 2016 in 10 rate. Criteri esenzione Canone RAI. Il Canone RAI si pagherà in 10 rate nella bolletta della luce

Canone Rai: pagamento in 10 rate e criteri per l’esenzione

canone-9f82a70e59bf27315f3a29b05a9a37be7

Ufficiale: il Canone RAI arriva in bolletta elettrica. Si pagherà in 10 rate.

Scopri tutte le informazioni che ti servono sul canone Rai e come pagarlo! Tutte le tue domande risposte in un sito. Canone Rai, disdetta: come pagare solo la bolletta Enel.

Canone RAI, si cambia ancora: pagamento in 10 rate. Ecco le novità su destinatari, esenti, seconde case e in affitto. Arrivano ulteriori novità sul Canone RAI, che dal prossimo anno si pagherà direttamente in bolletta elettrica.

Il tanto odiato canone sarà pagato in 10 rate da 10 euro, ma nel 2016 soltanto a partire dal mese di luglio

Ecco le principali novità che riguardano le modalità di pagamento del canone, gli esenti, la disciplina per le seconde case e per gli immobili in affitto.

Dal 2016 il canone RAI sarà accorpato alla bolletta elettrica.

L’ammontare del canone sarà fissato a 100 Euro, da corrispondere in 10 rate da 10 Euro ciascuna. Questo meccanismo sarà però pienamente operativo solo nel 2017: l’anno prossimo si inizierà a pagare da Luglio (per via dei tempi richiesti per rendere operative tutte le necessarie procedure), con la prima rata che comprenderà anche le precedenti (si dovrebbe saldare il 70% del totale).

In realtà, dal momento che la fattura delle società elettriche solitamente è bimestrale, anche il canone sarà pagato ogni due mesi: in pratica in 5 rate da 20 euro.

Coloro che hanno le bollette domiciliate in banca pagheranno automaticamente anche il Canone RAI. Non è prevista, infatti, alcune autorizzazione aggiuntiva per il canone Rai: l’autorizzazione rilasciata dall’intestatario della bolletta per il suo pagamento vale anche il canone RAI.

Esenzione pagamento canone RAI. Come fare per non pagare il canone RAI

Sono stati chiariti anche tutti i criteri che regolano i casi in cui si è esentati dal pagamento. Ecco i criteri di esenzione per non pagare il canone RAI. 

Ci sono dei casi in cui è prevista l’esenzione dal pagamento del canone Rai. Tra questi:

  • il fatto di non possedere la tv. Il presupposto di base per il pagamento del canone RAI è avere un televisione, altri device o computer, infatti, non comportano il pagamento del canone.
  • l’abitazione data in affitto, di cui l’utenza della luce è ancora intestata al titolare dell’immobile, mentre la tv è utilizzata dagli inquilini;
  • Infine, sono esentati dal pagamento del canone RAI gli utenti con almeno 75 anni di età e un reddito familiare che non deve superare 6.713,98 euro annui.

In pratica viene confermato che il pagamento è richiesto unicamente per il possesso di una TV, non per dispositivi di altro tipo, come computer o tablet.

E’ esentato dal pagamento anche il proprietario di un’abitazione data in affitto, con l’utenza elettrica intestata al titolare dell’immobile, mentre la TV viene utilizzata dagli inquilini.

Canone RAI e seconde case: come funziona, come si paga

Per quanto riguarda le seconde case, vige il principio per cui il canone è dovuto per ogni nucleo familiare, ed è quindi legato all’abitazione principale, ovvero quella dove la famiglia risiede abitualmente. Non si pagherà, quindi, per la casa al mare od in montagna e non dovrebbe essere necessario attivare procedure particolari. Le società che forniscono l’energia elettrica dovrebbero escludere automaticamente le abitazioni secondarie, evitando di addebitare il canone in bolletta.

Come fare per non pagare il canone RAI

Nel caso in cui si rientri in uno dei casi di esenzione, si potrà informare l’Agenzia delle Entrate tramite un’autocertificazione.

Cosa succede se non pago il canone Rai?

Il canone RAI è legato alla bollettica elettrica, ma il mancato pagamento non comporta l’interruzione della corrente. Ma dal 2016 i controlli sull’evasione del canone non sono a carico della stessa RAI, ma dell’Agenzia delle Entrate.

Se un utente che deve pagare il canone RAI perchè non ha i requisiti per chiederne l’esenzione, ma paga soltanto la bolletta elettrica, la società elettrica non interrompe la fornitura di elettricità, ma informa l’Agenzia delle Entrate del mancato pagamento.

L’utente rischia un accertamento da parte dell’Agenzia o della Guardia di Finanza e una sanzione pari a cinque volte il valore del canone. Qualora, poi, dovesse verificarsi un ulteriore inadempimento, l’importo viene iscritto a ruolo e la pratica passa in mano ad Equitalia.

Per ora è tutto. Attendiamo maggiori dettagli sulla riforma del pagamento del Canone RAI. In caso di novità o cambiamenti, vi aggiorneremo immediatamente.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!

  • Emiliano

    Per me che l’ho sempre pagato, a volte con sacrificio e a rate con interessi, é una buona cosa, cosí pago anche di meno e sempre a rate. Infine si spera che finalmente paghlamo tutti e non rode il culo solo agli onesti. Anche se siamo lontanissimi dalla vera equità, con i politici nostrani ….

    • mauro

      Ormai fanno pubblicità come Mediaset , e prendono i soldi appunto da loro . Non serve più pagare il canone rai . Pittosto devono vedere se ci sono sprechi in azienda, come tutte le attività statali , ci sono enormi sprechi e operatori raccomandati da chi sappiamo . Non siamo noi che dobbiamo pagare tutto ciò .