Che fine faranno i Galaxy Note 7 ritirati?

Samsung ha avviati il programma di ritiro dei Note 7 dal mercato, ma vi siete chiesti che fine faranno gli smartphone ritirati?

Samsung bloccato completamente la produzione dei Galaxy Note 7 nelle sue fabbriche ed ha avviato il programma di recupero dei Note 7 venduti in modo da non creare ulteriori danni alle persone. Volete sapere che fine faranno i Galaxy Note 7 ritirati dal mercato? Continuate a leggere l’articolo.

Leggi anche:

Ora che Samsung ritirerà tutti i Galaxy Note 7 presenti sul mercato dovete sapere che l’azienda Sud Coreana non ha previsto nessun programma di riparazione o ricondizionamento ma i dispositivi verranno direttamente smaltiti.

L’azienda, anche se va contro l’ambiente perchè diversi componenti si potrebbero recuperare, ha preso questa scelta che costerà molto in termini ambientali visto che sono oltre due milioni i Galaxy Note 7 venduti e visto che proprio sugli smartphone, ed i materiali tecnologici in generale, c’è ancora molto da lavorare per organizzare programmi di recupero che permettano di recuperare i numerosi minerali rari presenti nei componenti degli smartphone.

Dunque una scelta difficile da parte di Samsung che si stima per questo errore di progettazione possa avere perdite dirette ed indirette di immagine di circa 17 miliardi di dollari e quindi un brutto colpo da digerire anche se l’azienda Sud Coreana potrebbe rifarsi tra qualche mese con la presentazione del Galaxy S8 e magari vedere una versione dell’S8 proprio con la S-Pen in grado di offrire tutto quelle che ha desiderato l’utente in questi anni.

E voi come la pensate? Comprerete ancora prodotti Samsung oppure virerete su altri dispositivi? Io credo sia solo uno scivolone e Samsung sicuramente innalzerà i controlli ed i test come non mai in modo da offrire dispositivi sempre più sicuri e perfetti proprio in virtù degli errori del passato forse è stato un monito per tutti e forse questo provocherà un effetto a catena su tutti gli altri produttori.