Al Google I/O 2014 non solo Android: tantissime novità anche per Chromecast e Chrome OS. Ecco la lista completa

Chrome OS Android app

Al Google I/O 2014 in corso a San Francisco non si è parlato solo di Android L, Android Wear, Android Auto e Android TV. Google ha infatti presentato tante novità anche per quanto riguarda Chromecast e Chrome OS. Visto che si tratta di novità meno importanti rispetto a tutte quelle annunciate per l’ecosistema Android, le raccogliamo tutte in un solo articolo per presentarvele in maniera più chiara e intuitiva.

Ecco, di seguito, tutte le principali novità presentate da Google al Google I/O 2014 riguardanti Chromecast e Chrome OS.

Fondamentalmente Chromecast è stato profondamente rinnovato nelle sue funzionalità.

Prima di tutto, infatti, vi segnalo che finalmente Chromecast permette di effettuare il mirroring screen da qualsiasi dispositivo Android. Si parte da una lista iniziale di dispositivi elencati da Google, che verrà ampliata con il tempo consentendo a tutti di scrivere una mail, navigare tra le App e molto altro direttamente con la homescreen dello smartphone o del tablet Android riprodotta sul televisore tramite Chromecast. Fantastico, era una funzione richiesta a gran voce dagli utenti.

Potremo sfruttare questa nuova possibilità a partire dalle prossime settimane, dato che verrà rilasciata in beta attraverso Google Play Services, anche se purtroppo sarà limitata inizialmente ad alcuni dispositivi con la promessa di una successiva espansione ad altri:

  • HTC One (M7)
  • LG G2
  • LG G2 Pro
  • Nexus 4
  • Nexus 5
  • Nexus 7 (2013)
  • Nexus 10
  • Samsung Galaxy Note 3
  • Samsung Galaxy S4
  • Samsung Galaxy S5

Ma oltre a questa importante novità, Chromecast è stato arricchito anche di altre due funzionalità.

Altra grande novità è la possibilità di fare Casting senza connessione WiFi. In pratica molto presto (appena arriverà l’aggiornamento da parte di Google) potremo trasmettere contenuti con Chromecast senza essere connessi ad una stessa rete WiFi. In questo caso l’unico requisito rimane il collegamento alla stessa rete del dispositivo Google Cast abilitato. In questo modo la procedura di configurazione di Chromecast viene ulteriormente facilitata: saltando la parte WiFi, sarà sufficiente toccare il pulsante Chromecast e selezionare “Dispositivi nelle vicinanze”. L’API di Chromecast rileverà quali dispositivi si troveranno vicino, permettendo agli utenti esterni di controllare completamente Chromecast da cloud.

Nel caso in cui Chromecast non sia in grado di autorizzare il dispositivo, per qualsiasi motivo, verrà richiesto un PIN, che verrà visualizzato sullo schermo del televisore, e naturalmente, il proprietario sarà anche in grado di controllare chi può e chi non può accedervi.

Altre novità riguardano poi le Homescreen e screensaver personalizzabili. Cosa significa? Semplice: Chromecast potrà essere usato anche come screensaver per il nostro televisore. Con questa funzionalità potremo creare una sorta di slideshow di immagini sulla nostra TV, trasformando il nostro televisore in una gigantesca cornice digitale. Come funziona? Molto semplice: basta semplicemente accedere all’applicazione Chromecast e selezionare quali tipi di foto visualizzare sulla TV. Tra queste è possibile scegliere tra Arte, Luoghi, Lifestyle, Tempo e molte altro, oppure per tutti coloro che cercano un tocco più personale si può anche optare per gli album fotografici di Google+.

Se non avete ancora comprato Google Chromecast, ora non avete più scuse! 

Ma parliamo ora di Chrome OS: anche per il sistema operativo dedicato ai computer, infatti, Google ha presentato varie novità che vedremo di seguito.

Chrome OS si integra con Android: alcune app compatibili e notifiche sincronizzate

Si è parlato a lungo in passato dell’unione tra Chrome OS e Android: ancora non siamo arrivati a questo punto, ma grazie alle novità presentate ieri possiamo dire di esserci molto vicini. Al Google I/O è stata infatti introdotta un’integrazione tra i due sistemi operativi, con per esempio la possibilità di eseguire alcune app Android sui PC di Google. Non abbiamo ancora una lista completa delle app compatibili, ma siamo certi che il numero di app supportate crescerà molto in fretta.

Altra novità importante: se il vostro smartphone è nelle vicinanze, il vostro Chromebook non necessiterà di una password per essere sbloccato (meccanismo simile a quello di Android L tra smartphone e smartwatch).

Infine, arriva anche la sincronizzazione delle notifiche tra Chrome OS e Android: ad esempio se la batteria del vostro smartphone è scarica oppure qualcuno vi sta chiamando, apparirà una notifica sul Chromebook per avvisarvi. Una funzione simile a quello che fa PushBullet per Chrome (browser internet), ma che ora Android ha integrato appieno anche in Chrome OS.

Bene, direi che è tutto. Queste erano tutte le novità presentate da Google per quanto riguarda Chrome OS e Chromecast. Ne avete abbastanza?

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!