eBook tassati al 4%: Via la carta stampata in favore del digitale direttamente dall’Europa

https://i1.wp.com/www.lintraprendente.it/wp-content/uploads/2014/05/eBook.jpg?resize=640%2C401

Finalmente qualcosa si muove nel campo degli eBook e questa volta sembra che ci sia la svolta per favorire la diffusione dei libri digitali. Dario Franceschini, spalleggiato da diversi importanti Editori stanno conducendo la battaglia per abbassare le imposte dei cosiddetti libri digitali al 4% in modo da favorirne la diffusione.

Qualche giorno fa è stato approvato l’emendamento alla legge di stabilità dalla Commissione Bilancio che ha permesso dunque di trovare i 7 milioni di euro necessari per coprire l’abbassamento dell’imposta. Grazie alla campagna Un libro è un libro si p fatta pressione affinché fosse abbattuto il divario tecnologico che vice al momento in tutta Europa.

Dunque la Commissione Bilancio ha approvato il testo che prevede «ai fini della imposta sul valore aggiunto, di considerare libri tutte le pubblicazioni identificate da codice Isbn e veicolate attraverso qualsiasi supporto fisico o tramite mezzi di comunicazione elettronica». La questione dell’IVA sugli eBook è già da tempo sotto la lente di ingrandimento della comunità Europea che però non ha mai fatto un passo in avanti significativo e per questa volta l’Italia potrebbe davvero fare da apripista. Infatti il 9 Dicembre 2014 si terrà la Riunione dell’Ecofin che dovrebbe valutare il documento prodotto dai colleghi della cultura e verificare la fattibilità della legge.

Oramai infatti non possiamo più nasconderci, perchè anche in Italia gli eBook Reader stanno avendo molto successo ed è l’ora giusta perchè il vento cambi.