Ecco le nuove regole per gli acquisti online: Diritto di recesso, spese di restituzione e molto altro per tutelare il consumatore

https://i0.wp.com/www.macitynet.it/wp-content/uploads/2014/05/acquisti-online.jpg?w=640

Forse sarà passata in sordina per via del blackout di Wind, ma il 13 Giugno 2014, è stato un giorno molto importante per i negozi che vendono online. Infatti anche in Italia è entrata in vigore la nuova direttiva europea sugli acquisti online (83/2011/UE) che cambia le carte in tavola sugli acquisti fatti sul web.

La garanzia del Soddisfatti o rimborsati passa da 14 a 30 giorni, in cui il consumatore avrà diritto al ripensamento sull’acquisto effettuato. E’ bene precisare che i 14 giorni scatteranno nel momento in cui il corriere porta a termine la consegna. Inoltre entro 14 giorni dalla spedizione del reso, il negozio online deve rimborsare il cliente per l’intera somma spesa.

Per quanto riguarda le spese da sostenere per il reso, il venditore dovrà dichiarare chiaramente, durante la fase di acquisto, le eventuali spese che l’acquirente dovrà sostenere in caso di recesso, spese di spedizione, imballo ed altro, ed in caso contrario, il consumatore potrà restituire il prodotto anche se l’imballo è danneggiato, e le spese restano a carico del venditore.

Inoltre sono cambiate anche alcune direttive, che sebbene dovrebbe essere prassi comune non sempre vengono rispettate, come l’indicazione chiara su quali voci compone il prezzo, chi è il venditore, quanto dura la garanzia e di che tipo è la garanzia.

Le multe per chi non rispetta le regole partono dai 5.000 euro fino a 5 milioni in base alla gravità.

Ad oggi, 17 Giugno 2014, solo pochi negozio online hanno aggiornato le loro pagine sui resi e le informazioni per l’acquisto, ma almeno i colossi come Amazon e Media World hanno aggiornato i termini di acquisto come anche Marco Polo, Unieuro, Trony, Saturn, Euronics e Comet.