Nuovo appuntamento con l’evento del giorno per i lettori di YLU.

Ogni giorno un nuovo appuntamento con i nostri lettori. Si chiama Evento del giorno e servirà a ricordare qualcosa accaduto nel giorno in cui ci troviamo negli anni passati. Buona lettura 🙂

Evento del giorno: nel 1940 accadde…Picchio Picchiarello (Woody Woodpecker) fa il suo esordio nel cartone animato “Knock Knock”

Picchiarello (Woody Woodpecker) è un personaggio dei cartoni animati.

Come dice il nome, è un picchio antropomorfo, basato sul modello del picchio delle ghiande, comparso per la prima volta in cortometraggi prodotti dal disegnatore italoamericano Walter Lantz e distribuiti dalla Universal Pictures. Appare in molti cameo in film come Chi ha incastrato Roger Rabbit o Uomini sulla Luna, in cui è inserito un cortometraggio con protagonista Picchiarello che descrive i problemi fisici e tecnici del volo spaziale.

Ha una propria stella nella Hollywood Walk of Fame.

Secondo l’agente di Walter, l’idea del personaggio è saltata fuori durante la luna di miele del disegnatore con la neo-moglie Gracie. Durante la notte infatti un rumoroso picchio disturbò i due, cospargendo di buchi la loro casa. È in quel momento che a Lantz venne l’idea di creare un cartone animato su quell’uccello, a cui aggiungerà la sua tipica risata. Si tratterebbe comunque di una leggenda, dal momento che Walter e Grace non erano ancora sposati all’epoca, e che la risata del picchio era uno dei cavalli di battaglia del doppiatore Mel Blanc.

Il personaggio debutta nel 1940 in un corto con protagonista Andy Panda, intitolato Knock Knock, ma dall’anno successivo Walter Lantz lo farà protagonista assoluto di una serie di corti, a cominciare dal primo intitolato appunto Woody Woodpecker. La creazione del picchio è dovuta allo sceneggiatore Ben Hardaway per la caratterizzazione e all’animatore Alex Lovy per il design, mentre gli presta la voce (e la risata) il celebre doppiatore Mel Blanc. A conferirgli l’aspetto definitivo con cui è conosciuto ancora oggi sarà però il grande animatore Fred Moore nel 1947.