Nuovo appuntamento con l’evento del giorno per i lettori di YLU.

Ogni giorno un nuovo appuntamento con i nostri lettori. Si chiama Evento del giorno e servirà a ricordare qualcosa accaduto nel giorno in cui ci troviamo negli anni passati. Buona lettura 🙂

Evento del giorno: nel 1964 accadde…Si forma l’Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP)

L’Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP; in in arabo: منظمة التحرير الفلسطينيةMunaẓẓamat al-Taḥrīr al-Filasṭīniyya) è un’organizzazione politica e paramilitare palestinese, considerata dalla Lega araba a partire dal 1974 la legittima “rappresentante del popolo palestinese”.

Fondata a Gerusalemme nel maggio 1964 da una riunione di 422 personalità nazionali palestinesi, a seguito di una precedente decisione della Lega araba, il suo obiettivo era la “liberazione della Palestina” attraverso la lotta armata. L’originale Statuto dell’OLP (del 28 maggio 1964) dichiarava che “la Palestina all’interno dei confini che esistevano al momento del mandato britannico è una singola unità regionale” e ha cercato di “vietare … l’esistenza e l’attività” del sionismo. Lo Statuto fa anche riferimento al diritto al ritorno e all’auto-determinazione per i palestinesi. Uno Stato palestinese non è citato, anche se nel 1974 l’OLP ha chiesto uno Stato indipendente nel territorio del Mandato di Palestina. Nel 1988, l’OLP ha adottato ufficialmente una soluzione a due Stati, con Israele e la Palestina che vivono fianco a fianco e con Gerusalemme Est come capitale dello Stato di Palestina.

Nel 1993, il presidente dell’OLP Yasser Arafat ha politicamente riconosciuto lo Stato di Israele in una lettera ufficiale al suo primo ministro Yitzhak Rabin. Eppure ad oggi non ha mai eliminato dal suo statuto l’articolo che auspica l’eliminazione dello Stato d’Israele. In risposta alla lettera di Arafat, Israele pur di avere una controparte con la quale trattare per arrivare alla pace, ha comunque riconosciuto l’OLP come il rappresentante del popolo palestinese . Arafat è stato il presidente del Comitato esecutivo dell’OLP dal 1969 fino alla sua morte nel 2004. È stato sostituito da Mahmud Abbas (noto anche come Abu Mazen).

Secondo un report del “National Criminal Intelligence Service”, l’Olp è stato “il più ricco di tutte le organizzazioni terroristiche “, con 8 – 10 miliardi di dollari in attività e un reddito annuo di 1,5 – 2 miliardi di dollari da “donazioni, estorsioni, saldi, traffici illegali di armi, il traffico di stupefacenti, riciclaggio di denaro sporco, frodi, ecc”. The Daily Telegraph ha riferito nel 1999 che l’OLP aveva 50 miliardi di dollari di investimenti in segreto in tutto il mondo.

L’etichetta di “organizzazione terroristica” è stata contestata, dato che l’OLP è l’unica organizzazione palestinese a riconoscere lo Stato di Israele, ed è stata de facto annullata nel 1993 in seguito alla stipula degli accordi di Oslo.