Nuovo appuntamento con l’evento del giorno per i lettori di YLU.

Ogni giorno un nuovo appuntamento con i nostri lettori. Si chiama Evento del giorno e servirà a ricordare qualcosa accaduto nel giorno in cui ci troviamo negli anni passati. Buona lettura 🙂

Evento del giorno: nel 1978 accadde…Il primo bulletin board system viene creato a Chicago

Un BBS (o Bulletin Board System) è un computer che utilizza un software per permettere a utenti esterni di connettersi a esso attraverso la linea telefonica, dando la possibilità di utilizzare funzioni di messaggistica e file sharing centralizzato.

Il sistema è stato sviluppato negli anni settanta del XX secolo, e ha costituito il fulcro delle prime comunicazioni telematiche amatoriali, dando vita alla telematica di base.

Nell’uso moderno (soprattutto in giapponese) viene usato anche per indicare i forum, i guestbook e i newsgroup su Internet.

Nel 1977 due studenti dell’Università di Chicago, Ward Christensen e Randy Suess, scrissero un programma battezzato MODEM, che permetteva il trasferimento di file tra i loropc e nel 1978 misero a punto anche il Computer Bulletin Board System con il sistema BBcode, che consentiva al PC di trasmettere e archiviare messaggi. Entrambi i programmi sono stati distribuiti dai loro creatori in forma open source, che all’epoca era il modello di distribuzione convenzionale.

Il primo BBS fu Community Memory del 1973 con modem a 110 baud. Community Memory fu creata da Efrem Lipkin, Mark Szpakowski e Lee Felsenstein, inventore dell’Osborne 1. Ne seguirono altri: AGHusa, che ebbe nodi in tutto il Nord America ma sempre a livello pionieristico, e in seguito CBBS, messo online il 16 febbraio 1978 aChicago, Illinois dove si può parlare di servizio distribuito.

I primi modem degli anni ottanta avevano una velocità di 110 oppure 300 baud e permettevano comunicazioni estremamente lente, ma verso il 1985 l’introduzione del modem a 1200 bps consentì una trasmissione dati accettabile, dando così il via alla crescente popolarità dei BBS. La maggior parte delle informazioni era presentata in formato ASCII(talvolta reso più gradevole con l’Codici escape ANSI); dopo l’avvento del formato GIF cominciò a essere inserita anche della grafica che, a sua volta, incidendo pesantemente sulla banda necessaria, aumentò la richiesta di modem più veloci. Tuttavia i modem analogici rimasero sempre alla portata di una ristretta fascia di utenti, a causa del costo elevato.

I limiti dell’interesse di un BBS frequentato solo da poche persone di una ristretta area geografica vennero superati con la nascita di reti di BBS. I BBS aderenti alla stessa rete scambiavano fra loro (la notte, quando le tariffe telefoniche erano inferiori) tutti i messaggi scritti dagli utenti. In questo modo l’utente aveva l’impressione di usare un solo grande BBS diffuso in tutto il pianeta, e con moltissimi più utenti di qualunque singolo BBS. La prima rete del genere fu Fidonet, che arrivò ad avere decine di migliaia di nodi. Venne imitata da altre reti più piccole ma specializzate su temi specifici.

Con la crescita di Internet della metà/fine degli anni novanta, la popolarità dei BBS calò rapidamente. Attualmente, molti di essi sono connessi a Internet e possono essere letti tramite un comune browser web.

Come tutte le forme di mezzi di comunicazione di massa, alcuni BBS sono stati usati anche per distribuire pornografia e software copiato illegalmente. Alcuni BBS comprendevano diversi livelli di accesso, per permettere l’accesso ai contenuti pornografici o illegali solo ad alcuni utenti (anche dietro pagamento).

I BBS, pur se tuttora esistenti, fanno quindi ormai parte del passato, soppiantati da Internet, all’interno della quale sono comunque oggi disponibili mezzi di comunicazione libera, come per esempio Freenet e I2P.