Nuovo appuntamento con l’evento del giorno per i lettori di YLU.

Ogni giorno un nuovo appuntamento con i nostri lettori. Si chiama Evento del giorno e servirà a ricordare qualcosa accaduto nel giorno in cui ci troviamo negli anni passati. Buona lettura 🙂

Evento del giorno: nel 1980 accadde…La Microsoft annuncia la sua versione di UNIX: Xenix.

Nel 1979 Microsoft acquistò da AT&T la licenza per utilizzare il codice di Unix. Al sistema operativo venne dato il nome Xenix, poiché AT&T non concesse la licenza del marchio Unix.

Le prime versioni di Xenix erano molto simili a Unix V6, la versione del sistema di AT&T più recente disponibile in quel momento. Negli anni successivi Microsoft aggiornò il proprio sistema operativo, includendo codice di Unix System V, e dal 1985 Xenix viene definito come “basato su System V”.

Inizialmente Xenix era disponibile per PDP-11 e Zilog Z8001. Dal 1983 furono rese disponibili anche le versioni per Motorola 68000e PC IBM. Inoltre non era venduto agli utenti finali, ma sotto licenza OEM, su architettura hardware proprietaria.

Nel 1985, con la versione 2.1.1, venne aggiunto il supporto per il processore 80286, e da quel momento lo sviluppo si concentrò principalmente sulla piattaforma di Intel.
Nel 1987 venne realizzata la versione per l’80386, il primo sistema operativo a 32 bit disponibile per la piattaforma x86. Nello stesso anno, Microsoft perse interesse in Xenix e ne cedette i diritti a Santa Cruz Operation (SCO).

Alla fine degli anni ottanta, secondo il documento The Design and Implementation of the 4.3BSD UNIX Operating System, Xenix era probabilmente la versione di unix maggiormente diffusa al mondo, considerato il numero di macchine su cui girava.

Dal 1989, quando il sistema operativo era giunto alla versione 2.3.4, SCO ha cambiato il nome Xenix in SCO UNIX.