Nuovo appuntamento con l’evento del giorno per i lettori di YLU.

Ogni giorno un nuovo appuntamento con i nostri lettori. Si chiama Evento del giorno e servirà a ricordare qualcosa accaduto nel giorno in cui ci troviamo negli anni passati. Buona lettura 🙂

Evento del giorno: nel 1982 accadde…John De Lorean viene arrestato per traffico di cocaina

John Zachary DeLorean (Detroit, 6 gennaio 1925 – Summit, 19 marzo 2005) è stato un imprenditore statunitense fondatore del marchio automobilistico DeLorean Motor Company.

Nato a Detroit e figlio di un dipendente della Ford, si appassionò presto all’automobilismo.

Svolse un master alla Chrysler e, dopo un periodo da assicuratore, trovò un lavoro alla Packard, azienda nella quale contribuì alla progettazione della trasmissione “Ultramatic”, nota per essere la prima con scatola in alluminio.

In seguito DeLorean approdò alla General Motors, chiamato da Semon Knudsen. In General Motors, DeLorean fu l’artefice del salvataggio del marchio Pontiac grazie ad un radicale cambio d’immagine ottenuto con la commercializzazione, avvenuta nel 1964, della G.T.O., che permise addirittura al marchio di raggiungere il terzo posto nella classifica di vendite.

Nel 1969, DeLorean passò a capo della Chevrolet, quadruplicandone in pochi anni i profitti. La carriera in General Motors di John DeLorean era ben avviata: nel 1973 divenne vicepresidente della divisione auto e camion leggeri per il Nord-America. Tuttavia, divergenze con i vertici della casa americana obbligarono il tecnico di Detroit ad abbandonare la General Motors.

Nel 1975 fondò la DeLorean Motor Company (DMC), che si trasferì poco dopo da Detroit a Irvine, in California. La sua attività di imprenditore durò però molto poco: l’azienda produsse solo il modello DeLorean DMC-12 (divenuto famosa nella trilogia cinematografica Ritorno al futuro) e nel 1984 smise la produzione.

DeLorean nel frattempo aveva avuto diversi guai giudiziari per un’accusa di traffico di cocaina, da cui però venne assolto nell’agosto del 1984. Non sarebbe più rientrato nel settore automobilistico.

Si spense il 19 marzo 2005 per un infarto cerebrale.