Nuovo appuntamento con l’evento del giorno per i lettori di YLU.

Ogni giorno un nuovo appuntamento con i nostri lettori. Si chiama Evento del giorno e servirà a ricordare qualcosa accaduto nel giorno in cui ci troviamo negli anni passati. Buona lettura 🙂

Evento del giorno: nel 1984 accadde…Richard Stallman inizia a sviluppare GNU

GNU (acronimo ricorsivo di “GNU’s Not Unix”) è un sistema operativo Unix-like creato nel 1984 da Richard Stallman e sviluppato dalla comunità che aderisce al progetto GNU. Dato che Hurd, il kernel del sistema GNU, non è considerato pronto per la distribuzione, GNU viene in genere utilizzato congiuntamente ad altri kernel tra cui Linux o quelli diDarwin e FreeBSD.

L’ideatore e padre di GNU è Richard Stallman, che cominciò la sua carriera al MIT nel 1971, lavorando in un laboratorio di Intelligenza Artificiale i quali membri erano già abituati a scambiare liberamente codice e programmi in un periodo in cui il software, usato in modo molto simile all’attuale software libero (senza però nessuna regola scritta che ne sancisse le modalità d’uso, cioè senza nessuna licenza), veniva utilizzato da molte compagnie private e i programmatori non erano quasi mai soggetti ad un accordo di non divulgazione. Il laboratorio di Intelligenza Artificiale usava un sistema operativo a partizione di tempo (timesharing) chiamato ITS (Incompatible Timesharing System) che il gruppo di hacker (termine abusato dai mezzi di comunicazione in quanto spesso identificato come maligno, ma nella realtà indica un “esperto informatico”) del laboratorio aveva progettato e scritto in linguaggio assembly per il PDP-10, uno dei grossi elaboratori di quel periodo.

Dal 1980 la situazione cambiò notevolmente in quanto la quasi totalità del software in circolazione era stato sostituito dal software proprietario, i sistemi utilizzati furono i più moderni PDP-10 della Digital, che andarono a rimpiazzare gli oramai obsoleti ITS, ed il gruppo originario si era già dissolto, vedendo molti degli hacker assunti da altre società quali la Symbolics. Stallman, cominciando a confrontarsi con le conseguenze del cambiamento, si rese conto che l’avvento del software proprietario ha l’effetto di impedire ai programmatori di collaborare tra loro.

Verso la fine del 1983 Richard Stallman lascia il suo lavoro al MIT e comincia a sviluppare nei primi mesi del 1984 un nuovo sistema operativo compatibile con Unix, che permettesse a chiunque di vedere il codice, di modificarlo, di eseguirlo e di condividerlo con gli altri liberamente, e che permettesse a tutti gli utenti Unix di passare facilmente ad esso (da qui appunto l’acronimo ricorsivo “GNU’s Not Unix”). L’annuncio originale (27 settembre 1983) è seguito dal rilascio della prima versione del Manifesto GNU[2]. Lo sviluppo del sistema inizia nel 1984.