Nuovo appuntamento con l’evento del giorno per i lettori di YLU.

Ogni giorno un nuovo appuntamento con i nostri lettori. Si chiama Evento del giorno e servirà a ricordare qualcosa accaduto nel giorno in cui ci troviamo negli anni passati. Buona lettura 🙂

Evento del giorno: nel 1993 accadde…Ian Murdock fonda la distribuzione GNU/Linux Debian

Una distribuzione Linux (detta anche distribuzione GNU/Linux, gergalmente distro), è una distribuzione software che costituisce un sistema operativo basato sulla famiglia dei sistemi utilizzanti un kernel Linux, spesso corredato da elementi applicativi del progetto GNU.

Tali distribuzioni appartengono ad una famiglia dei sistemi operativi detti Unix-like, perché derivati da Unix.

Prima della comparsa delle distribuzioni, chiunque volesse far uso di Linux doveva necessariamente essere un esperto di Unix, con la consapevolezza non solo di qualilibrerie ed eseguibili fossero necessari per far partire e funzionare il sistema, ma anche di alcuni importanti dettagli riguardanti la configurazione ed il posizionamento deifile nel sistema stesso.

Le distribuzioni apparvero poco tempo dopo che il kernel Linux iniziò ad essere utilizzato da persone al di fuori del team originale di sviluppatori Linux. Questi ultimi infatti erano più interessati a sviluppare il sistema operativo piuttosto che programmi applicativi, interfacce utente, e comode pacchettizzazioni.

Le prime distribuzioni furono:

  • Il “Boot-root”: una coppia di immagini per floppy disk distribuita da H. J. Lu. La prima, avviabile, conteneva il kernel, mentre la seconda forniva un set minimo di strumenti, provenienti dal progetto GNU, che permetteva di creare un filesystem e avere così un sistema operativo di base funzionante;
  • MCC Interim Linux, distribuzione sviluppata dal Manchester Computing Centre dell’Università di Manchester nel febbraio 1992 e resa disponibile per il downloadpubblico dal server FTP sin dal novembre 1991;[1]
  • TAMU, creata da alcuni sviluppatori indipendenti della Texas A&M University più o meno nello stesso periodo;
  • Softlanding Linux System (SLS), creata da Peter MacDonald nell’agosto 1992;
  • Slackware creata da Patrick Volkerding nel 1993 e tuttora attivamente sviluppata;
  • Yggdrasil Linux, sviluppata dalla Yggdrasil, fu la prima distribuzione Plug-and-Play, ovvero in grado di configurarsi in base all’hardware rilevato.

Nessuna di queste distribuzioni era ben mantenuta, così Patrick Volkerding rilasciò una distribuzione basata su SLS, che chiamò Slackware; questa è la distribuzione più vecchia ancora attiva.

Le distribuzioni Linux si proposero come un’alternativa ai sistemi operativi DOS e Microsoft Windows per i PC IBM, al sistema Mac OS per i computer Apple Macintosh, ed a altre versioni proprietarie di Unix. Molti dei primi utenti erano già abituati a Unix per motivi di lavoro o studio. Questi passarono a Linux per la stabilità, il basso (o spesso nullo) costo, e grazie all’inclusione del codice sorgente di tutto o quasi il software incluso.

Le distribuzioni erano originariamente solo una questione di convenienza, ma oggi sono diventate il riferimento principale anche per i guru di Unix e Linux. Al momento, Linux è più popolare nel mercato dei server, soprattutto per i server Web e database (vedi anche LAMP), piuttosto che nel mercato dei computer da scrivania.

Attualmente diverse società come Red Hat, Novell (per SUSE), Mandriva e Canonical Ltd (per Ubuntu), e progetti di comunità come Debian, Slackware e Gentoo, assemblano e testano le varie componenti software rilasciando distribuzioni personalizzate e variegate, per la maggior parte gratuite.

Ci sono in questo momento più di 300 progetti di distribuzioni Linux in attivo sviluppo, revisione e miglioramento che si differenziano per scelte progettuali, come i vari software di mantenimento del sistema per l’installazione, la rimozione e la configurazione del software.