Nuovo appuntamento con l’evento del giorno per i lettori di YLU.

Ogni giorno un nuovo appuntamento con i nostri lettori. Si chiama Evento del giorno e servirà a ricordare qualcosa accaduto nel giorno in cui ci troviamo negli anni passati. Buona lettura 🙂

Evento del giorno: nel 2004 accadde…Nasce il sistema operativo open source Ubuntu col rilascio della prima versione: 4.10 – Warty Warthog

Ubuntu è una distribuzione GNU/Linux, basata su Debian, nata nel 2004. La sua principale caratteristica è la focalizzazione sull’utente e la facilità di utilizzo. Essa viene pubblicata come software libero sotto licenza GNU GPL, è distribuita gratuitamente ed è liberamente modificabile. Ubuntu è orientata all’utilizzo desktop e pone una grande attenzione al supporto hardware. È prevista una nuova versione ogni sei mesi.

Lo sviluppo di Ubuntu è sostenuto dalla Canonical Ltd, un’azienda britannica posseduta dall’imprenditore sudafricano Mark Shuttleworth. I guadagni ottenuti dal supporto tecnico offerto da Canonical vengono usati per lo sviluppo di Ubuntu.

La prima pubblicazione di questo sistema operativo avvenne il 20 ottobre 2004 da un fork di Debian, dopo che Mark Shuttleworthriunì un gruppo di programmatori per creare una nuova distribuzione Linux.

Il 1º luglio 2005 è nata la Fondazione Ubuntu con un fondo iniziale di 10 milioni di dollari USA,[10] il cui scopo è lo sviluppo della distribuzione nel caso in cui Canonical Ltd dovesse cessare le attività. La fondazione è al momento dormiente.

La distribuzione nel corso degli anni e delle versioni ha subito grossi cambiamenti: con la versione di Ubuntu dell’aprile 2011 (Natty Narwhal) è stata introdotta nella versione desktop la nuova interfaccia grafica Unity, sviluppata appositamente per Ubuntu su base GNOME. Tale introduzione suscitò aspre critiche all’interno della comunità.

Nel gennaio 2012 Canonical Ltd. ha annunciato e presentato al Consumer Electronics Show la creazione di una versione di Ubuntu per smart TV che vedrà la luce nel 2012. Un mese dopo è stata annunciata una versione di Ubuntu per smartphone Android.

Il 2 gennaio 2013 è stato presentato Ubuntu Touch, una versione di Ubuntu ottimizzata per gli smartphone mentre il 19 febbraio dello stesso anno è stata presentata la stessa versione per i tablet. Il 7 febbraio 2013 Canonical ha dichiarato che il primo smartphone con Ubuntu Touch sarà distribuito a ottobre 2013. È stato inoltre dichiarato che il sistema è progettato in modo da non fare completo affidamento sulla macchina virtuale Java, com’è invece per Android, anch’esso sviluppato a partire dal kernel Linux.

Nel marzo 2013, Canonical ha annunciato che un nuovo server grafico, chiamato Mir, verrà usato al posto di Wayland, dopo che nel 2010 Mark Shuttleworth aveva annunciato i piani di una eventuale sostituzione di X a favore di Wayland come principale server grafico di Ubuntu. Mir sarà usato su Ubuntu sia sui computer sia su tablet e smartphone, all’interno del progetto Ubuntu Touch.

A fine marzo 2013 viene siglato un patto tra Canonical e il Ministero dell’Industria e delle Tecnologie dell’Informazione della Cina per lo sviluppo di Kylin, una distribuzione basata su Ubuntu adattata per la Cina.