Nuovo appuntamento con l’evento del giorno per i lettori di YLU.

Ogni giorno un nuovo appuntamento con i nostri lettori. Si chiama Evento del giorno e servirà a ricordare qualcosa accaduto nel giorno in cui ci troviamo negli anni passati. Buona lettura 🙂

Evento del giorno: nel 2008 accadde…Yahoo! acquisisce AltaVista

AltaVista è stato un motore di ricerca ideato dalla Digital Equipment Corporation (DEC), uno dei primi motori di ricerca veloci della rete. Venne realizzato nei laboratori di ricerca a Palo Alto, in California che disponevano di elaboratori con CPU Alpha AXP con architettura hardware a 64 bit. Dall’8 luglio 2013 è stato sostituito dal motore di ricerca Yahoo.

Dopo alcune prove all’interno della Digital, il 15 dicembre 1995 Altavista fu reso disponibile al pubblico ed ebbe un successo strepitoso dovuto alla velocità di risposta, praticamente immediata. In un solo anno raggiunse la vetta dei 25 milioni di utenti mensili, superando Excite e Lycos.

Le vicende successive non furono tuttavia fortunate, a causa di scelte strategiche dimostratesi non azzeccate e ai cambi di proprietà. Nel 1996 divenne fornitore esclusivo delle ricerche di Yahoo! (sostituito poi da Google). Nel 1998 la Digital venne acquistata dalla Compaq e AltaVista diventò un portale.

Alla fine del 2002 ci fu un suo rilancio con la nascita del primo traduttore automatico nelle principali lingue europee, accessibile a tutti: Babel Fish, primo ad offrire traduzioni in tempo reale di pagine web. Fu anche il primo motore di ricerca di immagini e anche il primo motore di ricerca multilingue. L’ascesa di Google fermò questi tentativi di recupero di fette di mercato.

Nel 2003 Altavista diventò proprietà di Yahoo!, quando questa acquisì Overture. Il database e parte delle tecnologie di ricerca di Altavista confluirono successivamente in Yahoo! Search. Il 31 gennaio 2009 scompare dal sito la sezione di ricerca dedicata ai contenuti video. Nel 2010 Yahoo! procede alla progressiva integrazione dei propri servizi di ricerca trasformando Altavista in una semplice interfaccia alternativa per l’accesso a Yahoo! Search.

Yahoo!, sotto la guida del CEO Marissa Mayer, ha deciso di chiudere il servizio l’8 luglio 2013. La società ha deciso di chiudere altri 11 servizi fra il 28 giugno e il 28 settembre 2013.