Facebook annuncia Instant Articles [BREAKING NEWS]. Cosa è Instant Articles di Facebook? Come funziona Instant Articles di Facebook? A cosa serve?

Facebook introduce un nuovo strumento di storytelling e promozione per i contenuti degli inserzionisti: ecco Instant Articles

Facebook-annuncia-Instant-Articles-620x347

Instant Articles, il giornale è su Facebook

Facebook presenta a sorpresa la funzione Instant Articles. Vediamo insieme cosa è, come funziona e a cosa serve la novità appena presentata ufficialmente da Facebook.

Senza troppi giri di parole, diciamo subito che Instant Articles è una funzione dedicata agli inserzionisti e ai publisher su Facebook. Del resto il social network deve monetizzare il più possibile ed ecco che allora arriva un nuovo strumento per offrire visibilità a chi ha soldi da investire nel social network in blu. 

In sostanza, da oggi il New York Times e altri editori possono pubblicare articoli su Facebook e incassare i proventi pubblicitari in modo diretto, pagando una piccola parte degli introiti a Facebook. Così per il giornalismo si apre una nuova piattaforma e un pubblico più ampio.

Dopo la recente notizia del cambio del proprio algoritmo, l’azienda di Zuckerberg ha deciso di migliorare la user experience di chi clicca sui link di articoli all’interno del proprio network e soprattutto propria ROI experience.

Nel dettaglio, gli Instant Articles saranno coinvolgenti sia per gli utenti che per le tasche dei publisher, i quali potranno ricavare introiti dagli articoli ma dovranno comunque pagare dazio a Facebook.

Ma cerchiamo di fare un pò di chiarezza su questi Instant Articles di Facebook

Partiamo da un’analisi dei dati e delle statistiche che hanno spinto Facebook a lanciare gli Instant Articles. 

Secondo quanto comunica il team di Facebook, il tempo di apertura di un articolo dopo il click sul link nel social network è in media di 8 secondi. Per velocizzare gli articoli e renderli maggiormente fruibili e più accattivanti, ecco che Mark e soci hanno lanciato la funzione Instant Articles, che permette di migliorare in modo importante la fruizione degli articoli su Facebook.

In pratica, i publisher potranno pubblicare gli articoli e le news direttamente su Facebook: in questo modo gli utenti potranno leggere le notizie senza uscire dal social network e senza dover aspettare il caricamento dei siti esterni su cui solitamente sono pubblicate le notizie.

Da oggi dunque il New York Times (e altri publisher selezionati) comincerà a pubblicare articoli direttamente nel feed delle news di Facebook e non posterà più soltanto link, come fanno tutti gli altri.

Instant Articles va però oltre, e introduce anche una serie di funzioni interattive che permettono agli editori di portare le loro storie in vita in un modo nuovo:

  • Sarà possibile zoomare e esplorare le foto ad alta risoluzione inclinando il telefono
  • I video in auto-play si animeranno scorrendo attraverso le storie
  • Mappe interattive esplorabili, didascalie audio, e la possibilità di mettere like e commentare le singole parti di un articolo in linea saranno anche opzioni disponibili

Molte di queste funzionalità si erano viste già lo scorso anno in Paper , l’app di Facebook dedicata appunto alle news, che non ha avuto il successo sperato ma è stata per Zuckerberg un laboratorio dove testare soluzioni grafiche innovative, che ora arrivano in Facebook con questa nuova funzione Instant Articles.

In particolare, grazie alla funzione Instant Articles, gli articoli su Facebook saranno:

  • Più veloci e responsivi (fino a 10 volte più veloci dei link tradizionali su mobile ed ottimizzati per i vari device);
  • Interattivi: con semplici click si potranno aprire e zoomare le immagini, i video avranno l’autoplay e si potranno inserire mappe interattive e commenti vocali dell’autore;
  • Semplici: sarà possibile pubblicare qualsiasi tipo di contenuti avvalendosi di HTML e deifeed RSS;
  • Misurabili e customizzabili: si potranno inserire e gestire le inserzioni all’interno degli articoli e averne i ricavi. Si potranno avere inoltre i dati di reach dei contenuti pubblicati.

Ma ovviamente Facebook non pensa solo ai propri utenti. L’obiettivo di Mark è anche quello di aumentare gli introiti pubblicitari con questa nuova funzione. Come? Semplice, ecco che ve lo spieghiamo.

Con questa nuova funzione, infatti, siti e giornali possono vendere pubblicità all’interno dei propri articoli e mantenere le entrate, oppure possono scegliere di utilizzare Facebook Audience Network per monetizzare gli spazi invenduti. I termini dell’accordo prevedono che nel primo caso agli editori vada il 100 per cento degli incassi pubblicitari, nel secondo il 70 per cento.

Inoltre, in generale Facebook consente una profilazione degli utenti più accurata rispetto a quella di Google: la pubblicità può dunque essere mirata su estrema precisione su uno specifico gruppo di lettori e quindi dovrebbe essere più efficace.

Gli editori avranno anche la possibilità di monitorare i dati e il traffico attraverso comScore e altri strumenti di analisi.

Insomma, Instant Articles porterà benefici per tutti a quanto pare. I lettori avranno notizie sempre aggiornate e immediatamente fruibili su Facebook, mentre gli editori potranno segmentare meglio gli utenti e aumentare gli introiti pubblicitari per le loro notizie. E’ l’inizio della rivoluzione del giornalismo online?

Come di consueto, la funzione Instant Articles non è immediatamente disponibile per tutti. Arriverà per tutti gli utenti di Facebook solo dopo un periodo di test e dopo una raccolta di feedback da utenti e publisher. 

La nuova funzione Instant Articles di Facebook verrà inizialmente testata dal social network tramite una partnership con 9 grandi aziende che lavorano nel settore dell’informazione: The New York Times, National Geographic, BuzzFeed, NBC, The Atlantic, The Guardian, BBC News, Spiegel and Bild.

In base ai feedback dei lettori e dei publisher il team di Zuckerberg lavorerà per migliorare lo strumento di promozione e gradualmente lo estenderà a tutti.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!