Zuckerberg presenta Graph Search: il rivoluzionario motore di ricerca di Facebook! [Video]

Si è conclusa poche ore fa la conferenza ufficiale di Facebook, durante la quale è stata annunciata l’ultima novità del Social Network.

facebook ricerca

Chi si aspettava un annuncio riguardante il lancio di un sistema operativo mobile di Facebook rimarrà deluso. Il social network, infatti, ha presentato un motore di ricerca interno, molto potente e davvero interessante, chiamato Graph Search. Niente telefono, smartphone o sistema operativo di Facebook, ma un motore di ricerca interno che in futuro potrebbe spaventare (e non poco) Google. 

Cerchiamo quindi di capire cosa è effettivamente questo Facebook Graph Search e come funziona. 

Cos’è Graph Serach di Facebook?

Come abbiamo anticipato, Graph Search è un vero e proprio motore di ricerca all’interno del social network. E’ lo stesso Zuckemberg a descrivere il Graph Search, ossia il motore di ricerca tra le connessioni di Facebook, che permette di trovare le persone, le foto, le informazioni in generale che rispondono a certi criteri.

Si tratta di uno strumento per mappare i rapporti tra l’utente e le altre persone e le cose che interessano.

Come sappiamo, la ricerca interna a Facebook ha da sempre avuto svariati problemi. Con questa novità, invece, le cose cambieranno molto. Questo Graph Search permette infatti di effettuare ricerche (tra i nostri amici e non amici) su tutto quello che vogliamo, direttamente all’interno di Facebook. 

La principale novità sta nei filtri di ricerca, aumentati a dismisura rispetto al passato, che ora forniscono la possibilità di soddisfare tutte le esigenze: con il Graph Search un utente può trovare qualsiasi cosa sia stata condivisa con lui, e la stessa funzionalità sarà offerta anche agli altri utenti.

Ovviamente, essendo basata sulle relazioni personali, i risultati delle ricerche cambieranno sempre in base a chi andrà ad eseguire la ricerca. Insomma, si tratta dell’evoluzione di Google, il punto a cui Big G mira ad arrivare con l’utilizzo di Google+, ma Facebook questa volta è arrivato prima e Google si vede costretto a rincorrere.

Con Graph Search le ricerche sul social network saranno sempre più precise, accurate e personalizzate in base a chi andrà ad eseguire la ricerca stessa. 

In sostanza possiamo immaginare Graph Search non come un motore di ricerca web, ma come un motore di ricerca sociale. Da qui, però, il passaggio a un motore di ricerca web, sfruttando anche la collaborazione con Bing, il salto è davvero piccolo però.

Ma come funziona di Facebook?

Premessa: al momento Graph Search funziona solo negli USA e per alcuni utenti selezionati. Tenete gli animi in pace, dunque, perchè in Italia arriverà tra parecchio tempo.

Per funzionare al meglio, però, Graph Search sfrutta i nuovi filtri introdotti da Facebook. Ma vediamo qualche esempio concreto per capire meglio il funzionamento di Graph Search.

Ad esempio, se scrivete nella barra di ricerca “Persone a cui piace il ciclismo” usciranno i risultati delle persone, nella vostra cerchia di amici, a cui piace il ciclismo.

Se poi aggiungete ancora alla frase “che sono nate nella mia città, Facebook filtrerà quelle persone mostrandovi le persone a cui piace il ciclismo e che sono nate nella vostra stessa città.

Ancora, se scrivete “ristoranti di Londra in cui sono stati i miei amici” avrete come risultati la mappa e i ristoranti della città scelta in cui sono stati i vostri amici.

E ancora, se scrivete “Città visitate dai miei familiari” verranno visualizzate tutte le città visualizzate dai vostri familiari.

Spettacolare, vero?

Ovviamente i risultati saranno determinati anche dal livello di privacy impostato dagli iscritti al social network: proprio per questo ogni persona visualizzerà risultati diversi anche facendo la stessa ricerca di altri utenti. 

Per vedere una presentazione del motore di ricerca di Facebook si può guardare il video introduttivo.

Come si può vedere, questo motore di ricerca di connessioni è costituito fondamentalmente da una barra dove scrivere quello che si desidera trovare su Facebook.

La prima versione del Search Graph di Facebook si concentra su quattro aree principali di ricerca sociale:

– Persone: ad esempio: Persone a cui piace il calcio che vivono a Milano

– Foto: ad esempio: Foto scattate prima del 1990 o foto della Torre Eiffel

– LuoghiRistoranti di Roma dove sono stati i miei amici

– Interessifilm piaciuti da persone che lavorano nel cinema.

Come abbiamo detto, con questo sistema si combinano quindi alcune frasi (per esempio: “i miei amici di Parma che amano gli 883“) per ottenere la lista di persone, luoghi, foto o altri contenuti che sono stati condivisi su Facebook.

Come abbiamo detto, però, la privacy qui gioca un ruolo fondamentale. Un’altra grande differenza rispetto la ricerca sul web è che ogni pezzo di contenuto su Facebook ha un suo pubblico e che la maggior parte dei contenuti non è pubblico. Facebook quindi, per evitare problemi e polemiche, rispetta in pieno la privacy e crea permette di trovare solo informazioni che è possibile vedere per uno specifico utente.

Per fare una prova in anteprima del motore di ricerca sociale delle connessioni di Facebook si può andare sul sito www.facebook.com/graphsearch. Al centro della pagina si può cliccare il link Prova a effettuare una ricerca mentre in basso c’è il pulsante per iscriversi alla lista d’attesa per usare questa nuova funzione.

Bene, per il momento direi che è tutto.

Cosa ne pensate di questo servizio di Facebook?

A mio avviso la novità è sicuramente rilevante, ma si poteva fare qualcosa in più, integrando magari un vero e proprio motore di ricerca nel social network, maggiormente integrato con i contenuti pubblicati e condivisi dagli utenti. Google, però, deve stare attento: se adesso il Graph Search di Facebook è diverso dalle ricerche su Google, il punto a cui entrambi i Big vogliono arrivare è lo stesso: la ricerca sociale all’interno del web, personalizzata e basata su interessi e reti personali.

Chi arriverà per primo a questo obiettivo riuscirà a dominare il web nei prossimi anni, con tutti i benefici che ne deriveranno.

Vediamo come risponderà Big G a questo attacco di Facebook. 

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!