Google sbarca tra gli operatori in USA, virtualmente, solo per chi ha Nexus 6.

Google inizierà nei prossimi giorni la sperimentazione aperta a tutti del suo nuovo ruolo di operatore virtuale in USA. Le voci trapelate negli ultimi mesi, quindi, diverranno realtà con Google che diventerà un vero e proprio operatore con proprie tariffe e promozioni per i propri clienti, inizialmente però solo in USA.

Come anticipato dal Wall Street Journal, la giornata fatidica dovrebbe essere domani, 23 aprile, giornata in cui Google diventerà un operatore virtuale a tutti gli effetti, consentendo però di essere provato solo dai possessori di un Nexus 6.

Come di consuetudine in USA, anche Google si appoggerà agli operatori fisici Sprint e T-Mobile, così come fanno tutte le altre compagnie virtuali come Google ora. Coloro che decideranno di aderire potranno scegliere di utilizzare una delle due reti a sua discrezione, in base alla potenza del segnale ricevuto.

Come vi avevamo già anticipato, Google permetterà ai suoi clienti di pagare una quota personalizzata per la connessione ad internet, una vera novità in ambito telefonico e sarà possibile effettuare chiamate VoIP utilizzando la rete wifi.