Il WiFi nei locali in Italia ora è completamente libero. Il Wi-Fi diventa libero in Italia. Decreto del Fare cambiato all’ultima ora

Il WiFi diventerà libero in Italia non appena l’articolo 10 del Decreto del Fare sarà approvato da Camera e Senato.

WiFi-Zone

WiFi libero in Italia: ci siamo quasi

Cambiano ancora le regole del WiFi in Italia. Questa volta, però, le cose cambiano in positivo. Il WiFi in Italia, infatti, si prepara a diventare completamente libero, come è giusto che sia. Ecco i dettagli della notizia.

Grazie ad alcuni cambiamenti recenti nell’articolo 10 del Decreto del Fare, il WiFi è stato liberalizzato in Italia.

Lo scrive Il Sole 24 Ore, che precisa che esercenti, negozi e ristoranti che offrono il WiFi gratis al pubblico non hanno più l’obbligo di identificare l’utente, tracciare i dispositivi collegati alla rete o chiedere autorizzazioni. Nel precedente testo del Decreto, invece, si chiedeva di tracciare i codici dei dispositivi connessi. Un cambiamento sicuramente positivo, che ci permetterà di usare liberamente il WiFi in tutti i locali italiani che vorranno offrire questo servizio.

“L’offerta di accesso alla rete internet al pubblico tramite rete WIFI non richiede l’identificazione personale degli utilizzatori”, recita il testo dell’articolo 10. “Quando l’offerta di accesso non costituisce l’attività commerciale prevalente del gestore del servizio, non trovano applicazione l’articolo 25 del codice delle comunicazioni elettroniche di cui al decreto legislativo 1° gennaio 2003, n.259 e successive modificazioni, e l’articolo 7 del decreto-legge 27 luglio 2005, n. 144, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 luglio 2005, n. 155, e successive modificazioni”.

Ricordiamo comunque che l’obbligo di identificazione personale degli utenti della propria rete da parte dell’esercente era già caduto nel 2011 con il decreto Pisanu, ma ad oggi mancava ancora una legge chiara e centralizzata che ne ribadisse il concetto. Adesso, invece, chi dispone di un locale pubblico e vuole offrire il WiFi può semplicemente installare l’hotspot e farlo liberamente. Tutto molto più semplice e veloce. Finalmente!

Bisogna comunque considerare anche i rischi cui si va incontro con una configurazione di questo tipo: con il WiFi gratis e libero, senza alcuna registrazione o identificazione degli utenti, si rischia che qualcuno utilizzi la rete WiFi per scopi illeciti o illegali, come è già accaduto in altri Paesi Europei.

Ad ogni modo, per ora, concentriamoci sulla parte positiva della notizia e iniziamo a goderci il WiFi libero in Italia, sperando che gli esercenti inizino presto a togliere le credenziali di accesso al proprio WiFi.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!