In Giappone il primo test a 500 km/h del nuovo Lo Train a levitazione magnetica (video)

Train Maglev

Mentre in Italia siamo costretti a pagare biglietti sempre più cari per viaggiare in treni del 1950 che sono sporchi, rovinati e perennemente in ritardo, in Giappone stanno testando un nuovo particolare tipo di treno, chiamato Lo Train, che ha la particolarità di viaggiare a 500 km/h grazie alla tecnologia a levitazione magnetica.

Si, avete letto bene: Lo Train, il treno a levitazione magnetica che stanno testando in Giappone, viaggia a 500 km/h, quasi quanto un aereo. Ma vediamo tutti i dettagli di questo particolare treno, che in Italia probabilmente non vedremo mai.

La compagnia giapponese Central Japan Railway Co. sta testando proprio in questi giorni un nuovo treno a levitazione magnetica sulla sua Yamanashi Maglev Test Line, una linea ferroviaria utilizzata apppositamente per provare le nuove vetture Lo Train a levitazione magnetica.

Come funziona esattamente questo treno?

Senza entrare troppo nei tecnicismi, vi basti sapere che il treno si muove grazie all’intermittenza dei poli nord e sud. un magnete positivo viene reso immediatamente negativo al passaggio del prossimo corrispondente, per poi essere sostituito nuovamente e così via. E’ la stessa dinamica dei motorini elettrici, ogni mezzo giro invertono l’elettricità per completarne uno. In pratica lo tengono “lievitato” e in moto allo stesso momento

Il percorso di prova, che misura 42.8 km, ed è stato percorso per tutta la sua lunghezza nelle scorse ore ad una velocità davvero impressionante. Il nuovo prototipo di treno sospeso ha infatti attraversato questo piccolo tratto ad altissima velocità, con punte di 505 km/h e rumore praticamente nullo visto il solo attrito con l’aria. Mica male come risultato, non credete?

Lo sviluppo di questo tipo di treno e di questa tecnologia procede molto bene ed entro il 2015 verranno costruite tante altre vetture e vagoni, con una lunghezza massima dei veicoli finali pari a 299m, esportabili potenzialmente in tutto il Giappone e Stati Uniti.

Come è facile intuire, una tecnologia come questa diventa una comoda ed economica alternativa credibile allo spostamento aereo, che necessita invece di investimenti decisamente maggiori e comporta costi più elevati anche per gli utenti finali. Ovviamente questa tecnologia è ancora in prova, ma uno dei giornalisti presenti alla traversata inaugurale ha riferito di una buona sensazione anche alla massima velocità, è possibile percepirla ma le vibrazioni rimangono minime.

L’obiettivo attuale della compagnia che sta sviluppando questa tecnologia è quello di collegare Tokyo Shinagawa a Nagoya entro il 2027, ed estendere la linea fino a Shin-Osaka entro il 2047.

Chissà se in Italia ci libereremo mai dei treni regionali per viaggiare con treni più recenti e comodi.

Ecco il video che mostra il treno in azione.

 

Annunci Google

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!

  • Ottimo, l’ingegneria giapponese è sempre avanti di almeno 10 anni 🙂 Considera che ad Agrigento gira ancora qualche motrice diesel 😮