Regno Unito, legge anti-casta: gli elettori potranno far dimettere i parlamentari

Grandi novità sono in arrivo nel Regno Unito, dove gli elettori presto avranno il diritto di allontanare dalla politica i parlamentari non ritenuti idonei. Se lo potessimo fare anche noi in Italia, magari le cose cambierebbero e la situazione del Paese migliorerebbe.

Ma concentriamoci sulle novità che presto potrebbero arrivare nel Regno Unito in fatto di politica.

In UK è in arrivo una norma che consentirà ai cittadini della circoscrizione di appartenenza del deputato incarcerato o ritenuto “non idoneo” di proporre una petizione per riassegnare il seggio. Per essere valida dovrà firmare almeno il 10% degli aventi diritto.

Una legge anti-casta sarà con tutta probabilità varata nel Regno Unito nei prossimi mesi. Con la possibilità, per gli elettori, di spedire a casa deputati di Westminster incarcerati o ritenuti dall’assemblea della camera dei Comuni o da quella dei Lord “non idonei alla vita parlamentare” a causa della loro condotta scorretta. In pratica chi non fa il proprio lavoro, giustamente, viene mandato a casa e al suo posto entra qualcuno più meritevole. Mi sembra giustissima come cosa.

Nonostante la voce circolasse da qualche giorno, pochi si aspettavano l’annuncio fatto dalla regina Elisabetta, mercoledì 4 giugno, durante il tradizionale Queen’s speech che apre l’anno parlamentare e che illustra il piano delle leggi di parlamento e governo per quei dodici mesi a venire. Proprio lei si è così prodigata nello spiegare l’intento del governo di David Cameron di dare ai cittadini elettori il diritto di “recall”.

Nel caso infatti di carcere inferiore ai dodici mesie nel caso di voto parlamentare sull’etica e le azioni di un deputato, gli appartenenti di una certa circoscrizione elettorale di cui faccia parte quel politico potranno proporre una petizione per la sua espulsione. Affinché sia valida, dovrà firmare almeno il 10% degli aventi diritto al voto, così si andrà quasi automaticamente a elezioni di mezzo termine per la riassegnazione di quel seggio. Ma da più partiti politici nelle ultime ore sono arrivate polemiche per un possibile “annacquamento” della legge.

Secondo molti analisti, verrà inserita una clausola che darà il potere al parlamento, anche dopo una petizione, di bloccare la riassegnazione del seggio.

Ancora, tuttavia, non si sanno le specifiche della nuova legge anti-casta, che dovrebbe essere messa al voto del parlamento già nei prossimi mesi. Ad ogni modo gli elettori britannici attendono con ansia. Che una cosa del genere possa arrivare anche in Italia, però, dubito fortemente. 

Via | Il Fatto Quotidiano

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!