Nuova stretta sul fumo in Italia: niente sigarette in macchina, nelle spiagge e negli stadi

c1a47c46c1aa64bfae7e05061c78733e-kXfB-U10401406721978o7G-700x394@LaStampa.it

Il ministero al lavoro su un decreto: «Ma non ci sarà un giro di vite generalizzato». La responsabile del dicastero, Beatrice Lorenzin annuncia quali saranno le linee guida del prossimo decreto che proteggerà minori e giovani.

Considerando tutti i soldi che lo Stato guadagna con le sigarette, sembra strano leggere una novità come questa, ma evidentemente qualcuno ha fatto bene i conti tra quelli che stanno al Governo ed ha proposto una nuova stretta sul fumo in Italia.

Probabilmente allo Stato costa più curare i malati legati al fumo rispetto a quelle che sono le entrate proprio derivanti dalla vendita di sigarette e prodotti correlati, altrimenti non ho altre spiegazioni per questo cambiamento che sta per arrivare nel nostro Paese.

Ma di cosa stiamo parlando? Vediamo subito insieme.

Nuova stretta sul fumo: niente sigarette nelle spiagge e negli stadi. Si, avete capito bene: aumenta la stretta sul fumo in Italia e presto potrebbe non essere più possibile fumare nelle spiagge e negli stadi, almeno secondo quanto trapelato dal Ministero della Salute, che sarebbe ormai pronto ad una nuova importante serie di divieti per proseguire nella lotta al fumo ed al vizio delle sigarette.

Dopo la Legge Sirchia del 2005, pare che fra qualche mese sarà vietato fumare anche all’aperto in alcuni casi e non solo al chiuso: in particolare, niente fumo nei parchi, nelle spiagge, negli stadi ed anche nelle auto private se all’interno vi sono dei bambini.

Per ora la notizia è praticamente ufficiale per quanto riguarda le auto in cui siano presenti bambini, mentre per ciò che riguarda stadi e luoghi pubblici sembra che la notizia non sia così attendibile. Il Codacons propone l’estensione dei divieti anche ad altri spazi pubblici, come parchi e spiagge, ma, come detto, questo non sappiamo ancora se accadrà o meno.

L’obiettivo, ovviamente, è quello diproteggere le persone dal fumo passivo, ma nello stesso tempo si vogliono sensibilizzare i cittadini sui danni correlati al fumo, soprattutto considerando che avremo una stretta anche su visioni di sigarette e sigari in tv. Ulteriore obiettivo del decreto quindi la pubblicità occulta: maggior attenzione a film e serie tv in cui le sigarette dovessero essere accese in un numero eccessivo di scene.

Da non fumatore, devo dire che questa novità mi fa molto piacere: non vado allo stadio, ma mi dà veramente molto fastidio dover sopportare il fumo delle altre persone quando sono in coda e non ho possibilità di allontanarmi (es quando sono in spiaggia al sole, quando sono in coda in seggiovia a sciare, in coda nei parchi divertimenti come Gardaland e simili…).

Per ora niente è ancora ufficiale, comunque. Vedremo quali novità ci aspetteranno nei prossimi mesi. Vi terremo aggiornati.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!