Addio a Bianchi, muore 9 mesi dopo l’incidente di Suzuka. Jules Bianchi morto, il pilota F1 era in coma dall’incidente al GP del Giappone

Addio a Jules Bianchi: è morto dopo 9 mesi di coma

gettyimages-453903516

F1 in lutto, è morto Bianchi. “Un dolore immenso”. Deceduto nella notte a Nizza il pilota di Formula1 che, uscendo di pista, si era schiantato contro una gru sul circuito di Suzuka il 5 ottobre dello scorso anno. Non era mai tornato vigile dopo l’impatto.

Sabato 18 luglio 2015 – Questa mattina all’alba è arrivata la notizia della morte di Jules Bianchi.

Il pilota 25enne della Marussia si è spento al Centre Hospitalier Universitaire di Nizza dopo nove mesi di coma.

La famiglia ha diffuso un comunicato ufficiale in cui ha spiegato che il ragazzo ha lottato fino alla fine, ma si è dovuto arrendere.

“Con estrema tristezza i genitori di Jules Bianchi, Philippe e Christine, suo fratello Tom e sua sorella Melanie, annunciano che Jules è spirato la scorsa notte al CHU di Nizza, a seguito dell’incidente del 5 ottobre 2014 al circuito di Suzuka durante il gran premio di Formula1″.

Un lungo calvario iniziato il 5 ottobre 2014 sul circuito di Suzuka, durante il GP del Giappone, il 34° nella breve carriera di Bianchi.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!