La cripto moneta Bitcoin vicina al fallimento: Dopo Mt. Gox chiude anche Flexcoin

Ecco che dopo il tracollo di Mt. Gox, oggi chiude un’altra banca virtuale che distribuiva BitCoin, Flexcoin. E quindi a meno di una settimana dal colossale furto di circa 360 milioni di Dollari si registra un nuovo furto ai danni di una banca virtuale con un furto di 896 BitCoin pari a crica 700 mila dollari.

Poca cosa rispetto di 360 milioni di dollari, ma sufficienti per far chiudere i battenti alla banca visto. La banca canadese specializzata in moneta virtuale ha comunicato che la decisione si è resa necessaria dopo che pirati informatici hanno rubato dal suo caveau online 896 bitcoin

Insomma se il fallimento di Mt. Gox e di Flexcoin ha alimentato forti dubbi sulla sicurezza di questa moneta virtuale ora sorge anche il problema per chi ha investito su questa moneta che ovviamente a differenza di quanto accade con le banche tradizionali, che alle spalle hanno i governi, le perdite non sono coperte da assicurazione.

Flexcoin ha fatto sapere che il denaro digitale tenuto offline è al sicuro.

Quindi sembrerebbe che la famosissima cripto moneta sembrerebbe sull’orlo del fallimento al quanto imminente visto che il suo valore continua a scendere in picchiata di giorno in giorno.