Crisis in Ukraine. (foto: EPA)

In questi giorni l’Ucraina è in subbuglio. I media tradizionali italiani cercano di fornire informazioni frammentarie e non veritiere di quello che sta accadendo in questi momenti drammatici nel Paese.

Proprio per cercare di aiutarvi a fare luce su ciò che accade in Ucraina in questo momento, ho deciso di condividere sul blog l’aggiornamento di stato che Nicolai Lilin ha postato pochi minuti fa sul suo profilo Facebook.

Lo riporto per intero così da non alterare le sue parole. A fine articolo trovate anche un video shock che mostra quello che sta realmente accadendo in Ucraina. Il video è davvero fortissimo e contiene immagini molto brutte di morte e sangue, quindi ne consiglio la visione solo ad un pubblico più forte.

Lascio spazio alle parole di Nicolai Lilin e, successivamente, al video che lui stesso ha condiviso su Facebook. 

Il video che trovate a fine articolo dimostra chiaramente come i nostri TG e i media tradizionali in Italia cerchino sempre di trasmetterci notizie non veritiere, alterate in modo da condizionare pesantemente il nostro pensiero.

Dopo le polemiche ai miei ultimi post e le minacce che ne sono conseguite non ero certo di voler continuare a divulgare gli avvenimenti drammatici in Ucraina. Però per come sono precipitati gli eventi, non posso tacere: ormai è evidente che stanno morendo tanti civili che nulla hanno a che fare con le manifestazioni, né con i separatisti filo-russi. Ormai ciò che salta agli occhi è per me chiaro: i nazisti mercenari assoldati da una banda di politici assassini di Kiev semina terrore e morte alla luce del giorno. Le votazioni non sono andate a buon fine, la gente non ha votato perché non solo non riconosce negli attuali “politici” dei leader o dei validi concorrenti alla poltrona presidenziale, ma ha anche paura di queste persone in cui vede il volto del nemico. A me sembra che qui in Italia e in Occidente in generale i media non spieghino le cose così come stanno, si parla di scontri tra fazioni armate, tra i separatisti e l’esercito regolare. Nessuno dice che i “separatisti” sono da indentificarsi in cittadini disperati costretti a difendere le proprie case dall’aggressione dell’esercito che in realtà è composto prevalentemente da neonazisti, estremisti, mercenari provenienti da paesi stranieri che con sadismo, grazie alla tacita complicità di tutto il mondo stanno mettendo a ferro e fuoco un intero paese nel cuore dell’Europa. Io dico che chiamare questo massacro “operazione antiterroristica” è un crimine, chi lo fa uccide le persone morte per la seconda volta, le priva della loro dignità, l’unica cosa che gli era rimasta. Gli americani, inglesi e francesi avevano massacrato la Libia giustificando la propria azione con la necessità di proteggere i civili dopo che Gheddafi aveva mosso gli elecotteri contro i rivoltosi in città. In Ucraina intere bande armate al soldo di un governo non eletto stanno sistematicamente massacrando il paese. Dove sono tutti quelli che si preoccupavano dei civili in Libia? Credo sia un dovere condividere queste foto, far sapere al mondo intero cosa succede veramente ai civili in Ucraina, chi sono i nemici della pace e chi massacra il popolo ucraino e russo senza scrupoli né pietà.

Qui sotto il video in cui si vede chiaramente il risultato del massacro dei civili a Novoaidar, sud Ucraina, 26/05/2014 organizzato dalla “gloriosa” Guardia Nazionale Ucraina, che fa parte dell’esercito Ucraino ed è composta dai membri delle organizzazioni neonaziste locali. Quelli ai quali anche alcuni dei nostri politici italiani strizzano l’occhio in segno dell’obbedienza al programma espansionistico americano.

 

Ho scelto di NON inserire direttamente il video, ma inserisco solo il link a YouTube. Come vi ho anticipato, il video è molto forte e ne sconsiglio la visione ai deboli di cuore.

http://m.youtube.com/watch?v=7S39aOl-ZKY

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!