La Cassazione: «Sottrarre il cellulare per leggere gli sms altrui è rapina». “Perquisire” gli sms altrui è rapina. Lo stabilisce la Cassazione

C_4_articolo_2101535_upiImagepp

Sottrarre il cellulare per leggere sms è rapina: lo ha deciso la Cassazione

Leggere sms altrui è rapina. La sentenza dopo un ricorso di un giovane di Barletta che aveva letto i messaggi della sua ex fidanzata per provare un tradimento.

Pensateci bene prima di sottrarre il telefono a qualcuno per leggere i suoi messaggi SMS senza permesso e consenso. Rischiate di essere accusati di rapina, come se entraste in un negozio per rubare la merce esposta.

Da oggi, infatti, impadronirsi del cellulare altrui senza consenso per leggere il contenuto di messaggi, email o altro per cercare prove di tradimento fa scattare la condanna per rapina. Il motivo? A quanto pare violare la riservatezza di quanto custodito nel telefonino danneggia o comunque incide sulla sfera di libertà del legittimo proprietario e costituisce un “ingiusto profitto” di tipo “morale”.

Proprio basandosi su queste considerazioni e valutazioni, dunque, i supremi giudici hanno confermato la condanna a due anni e due mesi di reclusione nei confronti di un giovane imputato di 24 anni di Barletta, che aveva strattonato la ex fidanzata dopo essere entrato nella sua abitazione per prenderle il telefonino e leggere i messaggi alla ricerca di prove del suo tradimento.

Con il verdetto 11467 della Seconda sezione penale, la Suprema Corte ricorda che “l’instaurazione di una relazione sentimentale fra due persone appartiene alla sfera della libertà e rientra nel diritto inviolabile all’autodeterminazione fondato sull’articolo due della Costituzione, dal momento che non può darsi una piena ed effettiva garanzia dei diritti inviolabili dell’uomo (e della donna) senza che sia rispettata la sua libertà di autodeterminazione”.

La Cassazione, inoltre, insiste nel rilevare che “la libertà di autodeterminazione nella sfera sessuale comporta la libertà di intraprendere relazioni sentimentali e di porvi termine”, e nessuno può avanzare “la pretesa” di “perquisire” i cellulari altrui per cercare ‘prove’ di nuove o preesistenti relazioni.

Dunque, ricordate: consultare senza permesso gli SMS altrui rappresenta un reato. Pensateci bene prima di farlo.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!