Noto anche come 4G, il nuovo standard per la telefonia mobile è arrivato in Italia. In Internet da smartphone e tablet fino a 100 Megabit al secondo.

Si chiama LTE, acronimo di Long Term Evolution, e viene considerata la quarta generazione per i sistemi di accesso mobile a banda larga, evoluzione degli standard di telefonia GSM e UMTS.

La nuova rete permette di effettuare download fino a 100 Megabit al secondo, ovvero una cifra quasi tre volte superiore allo standard UMTS/HSPA, attualmente la tecnologia più diffusa negli smartphone e tablet di ultima generazione e con la maggiore copertura nel nostro Paese. Inoltre, da non sottovalutare, i tempi di attesa per vedere aprirsi una pagina web calano drasticamente (10 millisecondi) al pari di una connessione ADSL casalinga.

Per usufruire di questa tecnologia bisogna possedere uno smartphone o un tablet compatibile, o compare una chiavetta per la connessione dati da usare con i notebook, ma, soprattutto, essere in una zona dove il segnale è raggiungibile.

Al momento, infatti, solo poche grandi città sono state messe sotto copertura LTE, visto che, rispetto alla connessione 3G, gli operatori telefonici devono installare nuove antenne per poter trasmettere il segnale con ovvi costi di gestione e implementazione da sostenere.

Le offerte degli operatori

Vodafone, 3, Tim e Wind sono pronte con il nuovo standard, ma siamo lontani dal poter affermare che la copertura in Italia sia adeguata.

Vodafone è partita con il servizio solo su Roma e Milano, con l’obiettivo di espandersi in tutto il Paese. Le stesse città sono state scelte da 3 Italia.

TIM amplia la copertura aggiungendo a Milano e Roma anche Napoli e Torino.

Il servizio si espanderà in altre 20 città entro la fine dell’anno, per poi essere (nell’arco di 3 anni) proposto su tutto il territorio nazionale.

Wind al momento non ha ancora specificato quali zone coprirà.

Vodafone punterà all’inizio su prodotti LTE quali una chiavetta dati USB, un piccolo router WiFi e sul tablet Samsung Galaxy Tab 8.9 4G: per tutte e 3 le alternative si potranno usare al massimo 15GB mensili.

TIM ha messo a listino due opzioni: la chiavetta dati USB e il tablet Galaxy Tab 8.9. Il limite mensile di traffico è di 20GB. Anche per 3 Italia all’inizio si avranno proposte commerciali riguardanti chiavette dati USB e tablet.

Molto presto gli operatori metteranno a listino anche le opzioni per gli smartphone.

I dispositivi compatibili

Uno su tutti, il nuovo iPhone 5 è già compatibile con le reti LTE, anche se non sarà possibile usarlo con la rete LTE di Wind per un’incompatibilità di banda.

Ma anche il suo maggior rivale, il Galaxy S 3, sarà presto rilasciato in una versione compatibile con le reti LTE.

Anche Nokia ha a listino un modello LTE, il Lumia 920. A questi si aggiunge il Sony Xperia V, che sbarcherà a breve in Italia.

Motorola ha diversi dispositivi LTE: i nuovi Razr HD, Razr Maxx HD e il piccolo Razr M, che per ora sono disponibili solo negli USA ma che potrebbero arrivare anche in Italia.

C’è da aspettarsi che, con l’avvento ufficiale in Italia della rete LTE, molto presto vedremo vari modelli dei maggiori produttori che hanno a listino diverse proposte, per ora disponibili solo nelle nazioni dove LTE è attiva da tempo.

Fra i tablet, spiccano il nuovo iPad di 4^ generazione e l’iPad Mini, già pronti per la tecnologia LTE.

Stesso discorso per Kindle Fire HD, che verrà presto proposto in versione LTE, oltre al sopra citato Galaxy Tab 8.9 di Samsung.

A questi si aggiungeranno moltissimi tablet dotati dei nuovi sistemi operativo Windows 8 e Windows RT, in arrivo nei prossimi mesi.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!