Microsoft acquista Nokia per 5,44 miliardi: Addio i sogni di vedere un dispositivo Nokia con Android

Anche se era nell’aria da molto tempo, Microsoft ufficializza l’acquisto di Nokia per circa 5,44 miliardi di euro e quindi sfumano isogni di vedere un dispositivo Nokia con Android. Sebbene il destino di Nokia fosse oramai segnato da molti anni, vedi il notevole ritardo rispetto alla concorrenza di offrire uno Smartphone con un sistema operativo decente visto che l’oramai obsoleto Symbian non poteva competere con sistemi operativi del calibro di iOS e Android, Nokia decise di sposare il progetto Windows Phone e grazie alla serie Lumia ha decisamente risollevato le sorti della società oramai destinata ad un lento declino.

Microsoft e Nokia hanno unito i loro destini, Microsoft acquista la parte Mobile che le mancava e Nokia ne gioverà usufruendo del pieno supporto della divisione sviluppo Software di Microsoft ed il matrimonio verrà celebrato a fronte di un esborso pari a 5,44 miliardi di euro.

Dopo l’abbandono di Steve Ballmer nelle scorse settimane, Stephen Elop di fatto diventa ora il principale candidato a diventare CEO di Microsoft anche alla luce della recente acquisizione.

E’ un momento storico sia per Microsoft che per Nokia, con la prima che tenterà di sviluppare un proprio smartphone al 100 % dalla parte Hardware a quella software e Nokia che sicuramente porterà con se in dote un notevole portfolio brevetti e di ingegneri.

L’accordo prevede la transazione in Microsoft del comparto Devices & Services, incluse le unità Mobile Phones e Smart Devices, lasciando invece al team europeo lo sviluppo di NSN (infrastrutture), HERE (mappe) e Advanced Technologies (ricerca e sviluppo). L’acquisizione sarà chiusa presumibilmente entro il primo trimestre del 2014 ed il prezzo è suddiviso in due componenti, entrambe strategiche: 3,79 miliardi per l’acquisto degli asset di produzione e 1,65 miliardi per la licenza sull’intero portfolio brevetti Nokia.

Quindi entro il primo trimestre 2014 tutti i dipendenti Nokia passeranno sotto Microsoft e verrà rilevato anche il brand Lumia e tutto ciò che riguarda le mappe di Nokia. Saranno infatti 32 mila i dipendenti Nokia a passare in Microsoft: il piano prevede al momento di conservare l’intero corpo di risorse umane ereditato nell’operazione ed in più Microsoft andrà a sviluppare un nuovo datacenter in Finlandia che dovrebbe creare ulteriori posizioni aperte.

Stephen Elop lascia la guida di Nokia per passare direttamente da dove era venuto: sarà tra i top manager Microsoft ed avrà il compito di guidare le operazioni di sviluppo dell’area mobile. Con Elop assumeranno ruoli di primo piano in Microsoft anche Marko Ahtisaari, Jo Harlow, Juha Putkiranta, Timo Toikkanen e Chris Weber. Nuovo CEO ad interim in Nokia sarà Risto Siilasmaa, il quale si trova in mano un gruppo dal DNA profondamente mutato ed il cui lavoro sarà quello di dare una nuova identità ad un gruppo storico, di grande cultura e di forte radicamento europeo.

Considerazione dell’Autore:

Non so voi ma io vedo la fine di un’era, Nokia = Telefonia, è il primo e unico marchio ad aver lanciato gli smartphone con la possibilità di installare le applicazioni, vi ricordate Symbian con i file .SYS? Beh io ho posseduto tutti i Nokia, a partire dall’N70, N82, N95 e compagni bella ma quando provai per la prima volta Android, era il lontano 2009, con l’HTC Dream capii che Nokia era dietro ad Android ma sinceramente speravo in un rilancio. Ora sono passati circa 5 anni e Nokia è ancora più indietro rispetto ad Android e iOS, forse solo Microsoft è in grado di rilanciare il Brand nella speranza che non lo eclissi totalmente, cosa molto probabile, in favore del solo marchio Microsoft. Forse se nel 2010, quando Nokia puntò tutto su Windows Phone e non “vide” le potenzialità di Android, ora staremmo a parlare di un’altra Nokia forse come competitor diretto di Samsung ed Apple.

  • Hanno già annunciato che i Lumia avranno brand Microsoft..alla fine in Microsoft stanno provando a fare come in Apple..con un brand proprio..i Lumia hanno trainato Windows Phone fin da subito e la mossa di Microsoft può essere strategica..non so però come reagiranno gli altri produttori..già adesso Windows Phone = Nokia, in futuro gli altri probabilmente usciranno dal mercato e questo disincentiverà gli sviluppatori..a meno che Microsoft non investa veramente tantissimo in modo da creare anche per Windows Phone un ecosistema come quello che attualmente esiste per Apple..staremo a vedere..tutto dipende da come si comporterà Microsoft in questi mesi che verranno..

    • CashDroid

      Quoto. Peccato che Apple abbia fatto questa mossa quando ancora il mercato non offrisse nulla del genere e si è imposta quasi immediatamente, mentre Microsoft sta facendo tutto con notevole ritardo in un mondo già saturo di dispositivi e sistemi operativi. Potrebbero volerci anni prima che Microsoft conquisti quote sempre che Android ed Apple mollino la presa (cosa impossibile) o facciano errori madornali (possibile).