Google Reader costava troppo in termini di conformità sulla privacy?

Google Reader Closed

Come tristemente sappiamo, qualche settimana fa Google ha annunciato che, entro il mese di luglio, il servizio Google Reader sarà chiuso.

Sul web si è subito scatenata una protesta furibonda, ma la decisione di Google non cambia e non cambierà: Google Reader presto morirà per sempre.

E’ vero,  sul web sono nati tantissimi servizi alternativi e molti altri sono stati migliorati per accogliere gli ex utenti di Google Reader, ma la sostanza non cambia: il servizio di Google, tanto usato e apprezzato, è destinato a scomparire tra pochi mesi.

Google non ha mai comunicato ufficialmente, però, quali siano state le motivazioni che hanno portato a questa decisione. Alcune voci affermano che Google abbia chiuso Reader perchè il servizio non aveva una qualità paragonabile a quella degli altri servizi Google (non bastava migliorarlo?), altri ancora affermano che Google abbia preso la decisione a seguito del calo del numero di utilizzatori di Google Reader.

Ma, stando agli ultimi rumor dal web, il motivo che ha spinto Google a chiudere Reader potrebbe essere un altro. Quale? Vediamolo insieme. 

Secondo un report di All Things D riferito da parte di una fonte anonima, il motivo reale che avrebbe portato Google a chiudere Reader avrebbe a che fare con i costi di tutela della privacy causata dalla riluttanza da parte di Google di creare del personale interno per affrontare questioni legali e faccende di privacy legate a questo servizio.

A meno che non si riesca ad arrivare a 100 milioni di utenti, non vale la pena continuare…

Sempre secondo la fonte, il traguardo per riuscire a monetizzare con Reader non sarebbe stato raggiunto negli anni ed anche l’ex product manager Nick Baum parlando ai microfoni di ATD esprime la sua personale opinione in merito.

“La mia opinione riguardante questa vicenda trova fondamento nel prodotto di consumo che Google valuta per fare soldi, Reader non è nato per questo” la conclusione che ne è scaturita la conosciamo tutti.

Dietro a queste possibili conseguenze si nascondono in ogni caso molte altre domande, come il perchè Google non abbia pensato di vendere a terzi l’intero progetto o il perchè non abbia potenziato e migliorato lo stesso servizio invece di affossarlo completamente. Probabilmente non lo sapremo mai.

L’unica cosa certa, al momento, è che Google Reader morirà e che gli altri servizi concorrenti come Feedly ed altri ringraziano, visto che il numero di utenti è cresciuto in modo esponenziale in questi ultimi giorni.

E voi a che servizio alternativo avete deciso di appoggiarvi per soppiantare Google Reader?

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!