Instagram, anche in Italia arrivano i post sponsorizzati e la pubblicità. I post sponsorizzati su Instagram arrivano anche in Italia

Instagram: arrivano gli spot pubblicitari e i post sponsorizzati anche in Italia

Pubblicità e post sponsorizzati arrivano su Instagram anche in Italia

Instagram, ecco la pubblicità all’interno del programma anche in Italia

Su Instagram è arrivata la pubblicità. La novità era stata anticipata negli scorsi giorni a molti utenti ed aziende direttamente dallo staff del social network con un post dedicato e oggi, 9 settembre, è il “D-Day” ufficiale: a partire da stamattina gli annunci su Instagram sono disponibili in 30 nuovi mercati, tra cui Italia, Corea del Sud, Spagna, India e Messico.

Ci siamo: da oggi anche in Italia sono disponibili i post sponsorizzati su Instagram. Visualizzabili direttamente nel nostro feed, si tratta di pubblicità dal look estremamente simile a quello dei normali post, ma caratterizzati dalla dicitura “sponsored” e da un pulsante personalizzabile.

I post sponsorizzati su Instagram arrivano anche in Italia

Dopo un pò di attesa rispetto ad altri Paesi, dunque, i post sponsorizzati e la pubblicità arrivano su Instagram anche in Italia. Vediamo insieme tutti i dettagli.

Le aziende italiane o comunque tutte quelle che vogliono investire sul mercato italiano saranno felici di sapere che da oggi possono fare pubblicità su Instagram anche in Italia.

Instagram, infatti, ha attivato la sua soluzione per monetizzare già nel 2013, ma solo in 8 paesi del mondo, tra cui Stati Uniti, Inghilterra e Canada. Da oggi, invece, sarà disponibile la pubblicità su Instagram (post sponsorizzati) in 30 nuovi mercati, Italia inclusa.

Arriva la pubblicità su Instagram: cosa cambia per gli utenti?

Poco o nulla, a dire la verità. Da oggi Instagram introdurrà anche nel nostro Paese i post sponsorizzati, ma questi post non saranno molto diversi da quelli che compaiono normalmente nel feed. Si tratta infatti di pubblicità dal look estremamente simile a quello dei normali post, che semplicemente saranno caratterizzati dalla dicitura “Sponsored” e da un pulsante che chi gestisce le inserzioni potrà personalizzare rimandando, per esempio, ad un sito web o all’installazione di un’applicazione.

Per il resto non cambia nulla dal resto delle immagini presenti nel social network.

Gli ADV e i post sponsorizzati su Instagram potranno mostrare immagini quadrate o rettangolari, oppure video di un massimo di 30 secondi.

Molto interessante, però, notare che, essendo Instagram un prodotto di Facebook, i gestori delle inserzioni potranno accedere alla targettizzazione che ha reso famoso il sistema ADV del social network di Zuckerberg. In pratica la gestione delle pubblicità e dei post sponsorizzati su Instagram può avvenire selezionando il proprio target in maniera estremamente precisa, spaziando tra tipologia di interessi e criteri socio-demografici. Ne saranno felici le aziende e tutto il personale addetto a gestire i vari profili social.

Attraverso questa novità Instagram punta a fornire un importante strumento in grado di raggiungere in maniera diretta una grossa fetta di pubblico.

Il tutto, chiaramente, sarà perfettamente integrato nel già diffuso strumento di pianificazione di Facebook. Si potrà quindi sfruttare un servizio già rodato e apprezzato, che consente di pianificare campagne senza dover apprendere nuove competenze. Io, che gestisco campagne e profili social di varie aziende, apprezzo molto questa piena integrazione tra Instagram e Facebook.

In sostanza, infatti, dal pannello di controllo delle inserzioni sarà possibile pianificare ADV su Instagram o su entrambi i social network, con creatività che possano interfacciarsi al meglio con gli utenti di entrambi i portali.

Tra le novità troviamo anche una funzione chiamata Marquee, pensata per raggiungere un ampio bacino di utenti in pochissimo tempo, l’ideale per sponsorizzare il lancio di un film o di un nuovo prodotto.

La natura “fotografica” dell’applicazione, insieme a una serie di opportunità aggiuntive, fa sì che il pacchetto di soluzioni pubblicitarie di Instagram si prestino a soddisfare sia obiettivi di branding, grazie alle immagini, che di direct response in base a specifici obiettivi di marketing grazie a call to action specifiche: dai traffico verso i siti degli inserzionisti alle installazioni di app per mobile, fino all’acquisto di prodotti direttamente da Instagram.

Insomma, a partire da oggi non stupitevi se, scorrendo la timeline di Instagram, troverete dei post sponsorizzati: dopotutto, era solo una questione di tempo prima che anche il social network più amato dai fotografi iniziasse a monetizzare tramite la pubblicità.

Quanti di voi si sono già accorti della novità?

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!