Abolizione roaming Unione Europea: niente da fare fino al 2018 (almeno). Il roaming nell’UE resterà, almeno fino al 2018

unione-europea-720x477

Brutte, anzi pessime notizie arrivano per tutti gli utenti che risiedono nell’Unione Europea.

Oggi, infatti, è arrivata la conferma di quello che temevamo da tempo: l’abolizione dei costi di roaming in UE è stata posticipata almeno fino al 2018.

Tempo fa ci era stato comunicato che i costi di roaming in UE sarebbero stati abbattuti tra il 2015 e il 2016, ma le spinte degli operatori telefonici hanno fatto cambiare idea a chi ci governa da Bruxlelles.

Dunque, se speravate che il roaming all’interno dell’Unione Europea diventasse un brutto ricordo alla fine di quest’anno, dovrete posticipare i vostri sogni. I costi di roaming in UE, infatti, non saranno annullati fino al 2018.

Unica consolazione: a partire dalla metà del 2016 sarà garantito a tutti coloro che varcheranno il confine un quantitativo garantito di roaming gratuito, oltre il quale si dovrà però pagare per riconnettersi con operatori esteri, ma alla fine saranno comunque prezzi inferiori a quelli attuali.

La mossa, come anticipato, non ci sorprende più di tanto: sapevamo che gli operatori telefonici, che guadagnano milioni di euro dal roaming, si sarebbero duramente opposti a questo cambiamento e avrebbero fatto forti pressioni sui politici. A quanto pare queste pressioni hanno dato i loro frutti, visto che il Consiglio di Europa ha cambiato completamente idea rispetto alla strategia che voleva attuare fino a pochi mesi fa.

Per dire definitivamente addio al roaming in UE, dunque, dovremo aspettare ancora qualche anno. 

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!