Gli SMS in Italia sono i più cari d’Europa, interviene l’Antitrust

iphone-5-text-message-sms

E’ vero, poche persone ormai continuano a utilizzare gli SMS per contattare amici, parenti e conoscenti, ma resta il fatto che in Italia abbiamo le tariffe più alte d’Europa per gli SMS. 

Dopo le lamentele e le proteste degli utenti, che ormai proseguono da anni, sembra che anche l’Antitrust abbia finalmente individuato la discrepanza del prezzo degli SMS in Italia rispetto agli altri stati d’Europa.

Grazie alle consuete analisi di mercato sono stati promessi interventi mirati.

Meglio tardi che mai mi verrebbe da dire, anche se, al giorno d’oggi, gli SMS sono quasi andati definitivamente in pensione. Caso strano, proprio oggi che non li usa nessuno, l’Antitrust mostra i muscoli e minaccia di agire per difendere i consumatori. Utile, davvero utile questo intervento. Perchè non è stato fatto 4 o 5 anni fa, quando gli SMS erano già carissimi ma li usavano milioni di italiani ogni giorno?

Ad ogni modo, torniamo ad analizzare la notizia.

Stando al report dell’Antitrust (perchè serviva un report, non bastava un qualsiasi idiota in grado di leggere le tariffe proposte dagli operatori negli altri Paesi europei), la media del prezzo commerciale all’ingrosso degli SMS in Italia era pari a 4,57 centesimi, nel gennaio 2012, decisamente più elevato rispetto ai circa 3,15 centesimi di media dei vari stati europei.

I dati sono stati ufficializzati dall’Antitrust in seguito ad una segnalazione di Agcom.

Il ricavo unitario dai “servizi di terminazione offerti all’ingrosso è stato pari a 4,5 centesimi nel 2011, a fronte di un prezzo medio ai clienti finali stimato a 2,3 cent”, si legge sull’Ansa.

Il problema c’è, ma lo sapevamo già. Ormai un intervento a questo punto è praticamente inutile, se non per pararsi “il culo” e per salvare la faccia, giusto per fare vedere che l’Antitrust lavora e difende i consumatori.

Per fortuna, però, non siamo scemi e da tempo usiamo programmi alternativi agli SMS per risparmiare. Il problema, adesso, riguarda le tariffe internet mobile: costano carissime e offrono solo 1GB di navigazione nella maggior parte dei casi. Perchè l’Agcom non fa un report su queste? Forse per non inimicarsi le compagnie telefoniche?

Ecco un altro bell’esempio di come funzionano bene le cose in Italia a tutela dei consumatori. 

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!

  • RDB)

    secondo me le grandi multinazionali della telefonia fanno pressione su di esse e quindi certe cose nn possono essere publicate se no vanno contro di loro, visto però che gli sms ormai sono sorpassati … ora tentano di raggirare le persone ingenue permettendo di fare questo articolo per poi presentare tariffe sms più basse per attirare clientela e fargli credere che stanno risparmiando …

  • paolo

    In Spania un SMS costa 15 cent+IVA, una chiamata 20cent+IVA+15cent scatto alla risposta