Maturità 2014 seconda prova Tecnico Industriale: svolgimento, soluzione e risultati della prova di Elettrotecnica

FRANCE-EDUCATION-BACCALAUREAT

Ecco la Traccia e la Soluzione della Seconda Prova di Elettrotecnica 2014 – Istituto tecnico industriale.

Maturità 2014, seconda prova Istituto Tecnico Elettrotecnica 2014.

Dopo la prova di italiano, comune a tutti gli indirizzi scolastici, ieri i maturandi sono tornati nuovamente in classe per la seconda prova degli esami di Maturità 2014, che era specifica per ogni indirizzo scolastico. Studenti del Liceo Classico alle prese con la versione di greco, matematica per lo Scientifico, lingua straniera per il Linguistico, estimo per i geometri, economia aziendale per l’Istituto tecnico commerciale ragionieri, e ancora, economia agraria per l’Istituto professionale per agrotecnico, elettrotecnica per l’Istituto tecnico industriale elettrotecnica ed automazione.

Seconda prova di alimenti e alimentazione per l’alberghiero, psicologia generale e applicata per l’Istituto professionale per i servizi sociali, mentre per Licei Artistici e Istituti d’arte la seconda prova sarà di carattere progettuale e laboratoriale, come ceramica, architettura, mosaico, ecc., e durerà tre giorni.

Le materie specifiche sono state rese note a gennaio per tutti gli 892 indirizzi di studio e corsi sperimentali.

Soluzione seconda prova elettrotecnica 2014.

Tracce e soluzione della seconda prova di elettrotecnica per la maturità 2014 dell’Istituto tecnico industriale, indirizzo elettrotecnica ed automazione

Grazie a Diego che ci ha inviato il documento e ci ha permesso di condividerlo con tutti voi.

Trovate le soluzioni QUI.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!

  • Francesco

    Alternativa plausibile all’utilizzo dell’autotrasformatore

  • fab

    Secondo me è una soluzione troppo astratta e poco vicina alla realtà.. oggigiorno non vengono più utilizzati i reostati di avviamento. Il secondo punto io l’ho svolto con l’inverter, regolando la frequenza di alimentazione (45hz) e per il terzo punto ho usato l’autotrasformatore.. impostando 4 proporzioni il gioco era fatto, senza applicare chissà quali formule e senza ipotizzare il k0 e i parametri del motore. Ad ogni modo complimenti lo stesso a chi l’ha svolto

  • Alberto

    Qualcuno sa dove trovare la soluzione con l’autotrasformatore?